Cronaca: sciatore appeso nudo a testa in giù

(COLORADO U.S.A) Mezzo nudo, a testa in giù e per di più trainato da una seggiovia nel bel mezzo di una pista da sci! Un modo insolito per recarsi in cima alla propria pista preferita. E’ accaduto a Vail, nel Colorado. Il protagonista è un uomo di 48 anni, che nell’atto di sedersi su una seggiovia veloce è scivolato rimanendo impigliato con uno sci e con i pantaloni alla struttura portante dove solitamente ci si posiziona comodi e ci si gode il paesaggio. La fortuna ha voluto che si impigliasse e che non cadesse, ma in questo caso parlare di fortuna è un modo come un altro per cercare il risvolto positivo di una questione bizzarra e direi piuttosto infelice per lo sfortunato amante della neve.

Lui il paesaggio se l’è goduto quindi, ma  in una posizione simil pipistrello e non per poco tempo. Quindici lunghi minuti appeso alla seggiovia come un prosciutto in bella mostra, e di mostra si parla dato che passanti e colleghi sciatori non disdegnavano sguardi irrisori, ma soprattutto immortalavano cinicamente e gogliardicamente la tragica sequenza dell’uomo pipistrello sulle nevi.

L’uomo poteva cadere in qualunque momento e i proprietari dell’impianto hanno pensato bene di attendere la fine della corsa per recuperare l’aspirante batman che nonostante tutto è arrivato a destinazione in una situazione di fantozziana memoria, ma comunque sano e salvo.

Le foto purtroppo per lui hanno fatto il giro del mondo, uno strano modo di raggiungere la fama, soprattutto perchè non voluto, ma a volte il destino riserva sorprese ed avventure di natura alquanto particolare.

Paolo Brera