Home Sport F1: Il calendario del 2010

F1: Il calendario del 2010

Ci sono alcune novità nel calendario reso noto a novembre dalla FIA per il campionato di Formula 1 2010: il Gran Premio d\’Australia, ormai diventato il tradizionale apripista della stagione, slitta al 28 marzo, come seconda prova. A prenderne il posto il Bahrain (14 marzo). Nel prossimo campionato assisteremo anche al debutto del Gran Premio di Corea del Sud, che si terrà in un nuovo circuito nella regione dello Yeongam, circa 300 km a sud di Seul.

Finalmente ritorna il Gran Premio del Canada; e il Gran Premio di Gran Bretagna, che avrebbe dovuto svolgersi per la prima volta a Donington Park, verrà di nuovo ospitato a Silverstone per i prossimi 17 anni. In Germania, si torna a correre ad Hockenheim e non più nello storico tracciato del Nurburgring.

Il

Ecco dunque il calendario ufficiale 2010:

14 marzo: Bahrain (Sakhir)
28 marzo: Australia (Melbourne)
4 aprile: Malaysia (Kuala Lumpur)
18 aprile: Cina (Shangai)
9 maggio: Spagna (Catalunya)
16 maggio: Monaco (Montecarlo)
30 maggio: Turchia (Istanbul)
13 giugno: Canada (Montreal)
27 giugno: Europa (Valencia)
11 luglio: Gran Bretagna (Silverstone)
25 luglio: Germania (Hockenheim)
1 agosto: Ungheria (Budapest)
29 agosto: Belgio (Spa-Francorchamps)
12 settembre: Italia (Monza)
26 settembre: Singapore (Singapore)
10 ottobre: Giappone (Suzuka)
24 ottobre: Corea del Sud (Yeongam)
7  novembre: Brasile (San Paolo)
14 novembre: Abu Dhabi (Yas Marina circuit)

Novità anche per quanto riguarda i test: quest\’anno saranno tutti raggruppati in febbraio. Sono previste solo 4 sessioni, una a Valencia (1-3 febbraio) 2 a Jerez (dal 10 al 13 e dal 17 al 20) e l\’ultima a Barcellona (dal 25 al 28).

Novità importanti anche nel regolamento: per la prima volta dal 1993 non ci saranno più rifornimenti di carburante durante le corse. I pit-stop serviranno comunque per il cambio gomme. Questa novità provocherà un cambiamento interessante nelle qualifiche, che si svolgeranno senza rifornimenti in Q3 (quindi tutte le vetture avranno poca benzina). E\’ stato

rivoluzionato anche il sistema di punteggio, un cambiamento necessario visto l\’incremento del numero delle vetture (ben 26). Al vincitore andranno 25 punti, al secondo 20 e al terzo 15 e così via fino al decimo arrivato, che guadagnerà un punto.

Elaine Tralli