Home Cultura Il 2010 è l’anno di Chopin: nel bicentenario della nascita, il mondo...

Il 2010 è l’anno di Chopin: nel bicentenario della nascita, il mondo celebra il ”poeta del pianoforte”

VARSAVIA – L\’anno nuovo è appena iniziato e il mondo si prepara a celebrare il genio di uno dei più grandi pianisti di tutti i tempi: Frédéric François Chopin (?elazowa Wola, 1 marzo 1810 – Parigi, 17 ottobre 1849), poeta del pianoforte ed intenso compositore polacco. Il 2010, in occasione del bicentenario della nascita, sarà animato – in tutta Europa e non solo – da un ricco ventaglio di manifestazioni artistiche e culturali, per esplorare e riscoprire l\’opera e la vita di uno degli artisti più innovativi e tormentati della storia della musica.

In Polonia, in particolare, fervono i preparativi per per festeggiare degnamente il \’compleanno\’ dell\’illustre compatriota. Lo ha dichiarato il parlamento di Varsavia che ha approvato un ampio programma di manifestazioni che prevede circa 2000 iniziative distribuite sull\’intero territorio nazionale. Il Comitato organizzatore, appositamente costituito, vorrebbe – grazie alla straordinaria offerta di quest\’anno di celebrazioni ed al suo \’testimonial\’ d\’eccellenza, Chopin – rilanciare l\’immagine della cultura polacca e sottolineare l\’importanza del suo contributo sul panorama internazionale e mondiale. Il programma dettagliato degli eventi, tradotto in polacco, inglese e francese, è disponibile sul portale – www.chopin.pl.

Il calendario artistico si aprirà domani, 7 gennaio, alla Filarmonica di Varsavia con un concerto del celebre pianista cinese Lang Lang che eseguirà un programma tratto dal vastissimo repertorio prodotto da Chopin per il suo strumento d\’elezione.

Il primo marzo sarà anche riaperto, a Varsavia, il Museo Chopin, ristrutturato secondo il progetto dello studio architettonico Migliore&Servetto di Milano con un percorso multimediale che permetterà ai visitatori di ascoltare la musica del grande compositore, conoscere le sue donne (fra cui la scrittrice francese George Sand), curiosare fra lettere e appunti privati.

In estate andrà in scena, sempre a Varsavia, il festival “Chopin e la sua Europa” e, ad ottobre, la XVI edizione del \’\’Concorso Internazionale di Musica di Chopin.

Sono stati,

intanto, già attivati numerosi, innovativi percorsi turistici all\’interno della città. Nei parchi e lungo le strade sono state dislocate 14 panchine multimediali: comodamente seduti i turisti potranno -premendo il tasto \’play\’ – ascoltare la musica del grande compositore nei luoghi topici della sua formazione. Un viaggio affascinante.

Giuliana Ricci