In Germania il Millenium bug scatta nel 2010 e colpisce le carte di credito

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:10

Ci avevano spaventati con il famigerato Millenium bug, l’errore fatale che avrebbe colpito tutti i sistemi informatici del mondo allo scoccare della mezzanotte dell’anno 2000, causando un vero e proprio ritorno all’età della pietra.

In realtà poi, per fortuna, nulla di tutto questo è accaduto e abbiamo continuato ad utilizzare tranquillamente tutto come prima. I nostri computer hanno retto, così come quelli di tutte le centrali elettriche o di distribuzione del gas.

Nessuno avrebbe immaginato però che l’infido bug, in realtà si sarebbe manifestato con 10 anni di ritardo e avrebbe colpito il settore del credito bancario, in particolare quello delle carte di credito.

Dall’inizio del 2010 infatti, in Germania, si sono verificati numerosi malfunzionamenti associati ai microchip delle carte di credito e debito, mandando letteralmente in tilt tutto il settore del credito tedesco. Qualcosa legata al cambio di data, renderebbe impossibile la lettura delle carte, di fatto inutilizzabili dai consumatori in preda al panico e bloccati alle casse dei negozi o ai bancomat delle banche.

Il bug informatico avrebbe colpito ben 20 milioni di carte, congelando di fatto conti ed acquisti di altrettanti tedeschi.

I commercianti italiani sperano che sia un caso isolato e che la cosa non capiti anche qui in Italia. Se capitasse adesso durante il periodo dei saldi, appena iniziato e già un po’ sottotono, sarebbe un vero disastro.

Paola Ganci