Nasce in Austria il registro delle coppie gay: previste 450 unioni civili

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:24

In Austria da gennaio è in vigore la legge sulle “partnership registrate”: la norma riconosce alle coppie gay gli stessi diritti e gli stessi doveri delle coppie eterosessuali, eccetto alcune restrizioni come l’adozione, l’inseminazione artificiale, e il luogo dove avviene la stipula del contratto: la circoscrizione anziché il comune. E per la prima volta quattro coppie omosessuali hanno potuto usufruire della nuova legge e coronare il loro sogno d’amore, registrandosi alla circoscrizione del loro distretto come partner.

Friedrich Bauer (76 anni) e Herbert Tomecek (67), infatti, sono la prima coppia gay riconosciuta dallo stato austriaco, e dopo una relazione lunga 50 anni hanno potuto realizzare il loro sogno. Ma sono solo i primi di una lunga serie: le autorità distrettuali prevedono circa 450 coppie di fatto per le unioni civili nel 2010, in maggioranza maschili. Finora infatti a registrarsi nessuna coppia gay femminile.

La nuova legge, naturalmente disapprovata dalla Chiesa, è stata preceduta da molti contrasti e ci sono voluti mesi prima che il governo di grande coalizione fra socialdemocratici (Spoe) e popolari (Oevp) arrivasse a un accordo comune, che malgrado tutto, finalmente è arrivato.
Martina Guastella