Sito internet per “suicidi virtuali” bloccato da Facebook

width=300Un servizio internet denominato The web 2.0 suicide machine e offerto dal sito Suicidemachine.org, è stato bloccato ieri da Facebook.

Tale servizio permetteva di effettuare un suicidio virtuale, modo probabilmente un po’ macabro per indicare la cancellazione di tutti i propri profili virtuali nei principali Social Network, come Facebook e Twitter. L’applicativo non si limitava a cancellare i profili ma procedeva anche all’eliminazione delle proprie amicizie e delle applicazioni attivate.

Come sopra anticipato Facebook ha bloccato l’applicativo, secondo quanto riferisce l’ANSA, ottenendo anche l’iscrizione del suddetto sito internet nella lista dei siti pericolosi per la sicurezza.

Valeria Panzeri