Dakar: Luca Manca operato, prossime 48 ore critiche

Luca Manca resta in pericolo di vita e le prossime 48 ore saranno le più critiche, le più difficili. Il pilota italiano è stato operato in una clinica di Santiago e dopo l’intervento, effettuato in nottata, ci sono ottime speranze per lui. Il motociclista era stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale nella cittadina di Catama (1.500 km a nord di Santiago) dopo un grave incidente durante la sesta tappa del Rally Dakar, nel nord del Cile, a causa della quale ha riportato una lesione al polmone e un’edema cerebrale. Qualche ora dopo è stato poi trasportato in aereo nell’Ospedale “Mutual de Seguridad” della capitale cilena, più attrezzato, per far sì che fosse possibile l’operazione, effettuata dall’equipe del dott. Ricardo Berla. La più difficile e delicata, ovviamente, quella per rimuovere l’edema celebrale. Il medico ha confermato le condizioni critiche di Manca, sottolineando però che sia l’età (32 anni) sia le condizioni fisiche possono essere d’aiuto per superare la fase critica in cui si trova il motociclista. Il dott. Berla ha specificato che la pressione della scatola cranica del motociclista, rilevata grazie all’inserimento di una sonda nel cervello, è basso. Questo è un fatto molto positivo, che fa ben sperare. Tutto quello che i medici potevano fare è stato fatto. Ora non resta ch incrociare le dita per il nostro Luca Manca.

Andrea Bonino