2010 da grande schermo

Dal ritorno di James Cameron con Avatar , di cui si è già tanto parlato, all’attesissimo e coloratissimo Alice in Wonderland (ispirato al racconto di Lewis Carroll, in uscita a marzo) di quel geniaccio che è Tim Burton, tante sono le novità cinematografiche che segneranno il nuovo anno.

Ma andiamo con ordine. A gennaio c’è A single man di Tom Ford, con l’irresistibile Colin Firth: storia di un gay che deve affrontare la vita dopo la perdita del compagno.

Nine di Rob Marshall con Daniel Day-Lewis e Nicole Kidman, reinventa sotto forma di musical 8 1/2 di Fellini. Racconta infatti di un regista in crisi d’ispirazione, diviso tra le donne della sua vita.

Invictus di Clint Eastwood, dal 26 febbraio al cinema, racconta la storia della finale di Campionato di rugby del 1995, vinto dal Sudafrica, paese ospitante, sulla favoritissima Nuova Zelanda. Obiettivo di Eastwood non è il  genere sportivo, ma descrivere l’intuizione politica che ha avuto Mandela (interpretato da Morgan Freeman) che comprese l’importanza dello sport per la riconciliazione del Paese.

Torna Leonardio di Caprio diretto nuovamente da Martin Scorsese in Shutter Island: un detective indaga all’interno di un manicomio criminale in seguito alla scomparsa di un paziente.

Le attese sono anche italiane. Baciami ancora, sequel del fortunatissimo L’Ultimo Bacio di Gabriele Muccino, in cui Vittoria Puccini ha preso il posto della Mezzogiorno, uscirà nelle sale il 29 gennaio.

Si è tanto parlato anche della prima interpretazione drammatica, dopo i tanti cinepanettoni, di Christian De sica, che recita, a fianco di Luca Zingaretti, nell’ultimo film di Pupi Avati Il figlio più piccolo, in uscita a febbraio.

In Happy family, con Diego Abatantuono,  Gabriele Salvatores torna alla commedia e sceglie la sua Milano come cornice metropolitana, paragonandola a Manhattan per Woody Allen.

A ottobre  la grande prova di Saverio Costanzo con La solitudine dei numeri primi, trasposizione cinematografica del popolare best seller di Paolo Giordano. Alice e Mattia, i due adolescenti problematici, sono interpretati rispettivamente da Alba Rohrwacher e Riccardo Scamarcio. Nel cast anche Isabella Rossellini nel ruolo di Fernanda.

In uscita a novembre Habemus Papam di e con Nanni Moretti, che interpreta lo psicanalista del Papa in crisi.

Ma il sequel più desiderato è senza dubbio Sex and the city 2 di Michael Patrick King, con Sarah Jessica Parker, da non perdere  se si vuole sapere come procede il matrimonio tra Carrie e Big. Per il momento il set è blidatissimo e poche sono le indiscrezioni sulla trama. Bisognerà pazientare e aspettare il 28 maggio 2010!

Claudia Fiume