Schumacher: “Finalmente si parla tedesco in squadra”

width=430Che con l’italiano non abbia mai avuto un buon rapporto è cosa risaputa e ora che l’ex campione della Ferrari correrà per la Mercedes è ben felice di sentir parlare la sua lingua madre. «Mi è piaciuto sentire che molte persone parlano tedesco. E\’ piacevole per una volta, sul lavoro non sono abituato così. Lo trovo utile», dice Schumi. Nessuna nostalgia di Maranello, dunque.

Dopo tre stagioni di stop il 41enne della F1 si appresta a rimettersi al volante e, nell’attesa, ha voluto visitare gli stabilimenti inglesi della sua nuova squadra, a Brackley. Qui si trova il quartier generale della ex Brawn GP, la scuderia che ha vinto entrambi i titoli iridati nel 2009 e che è stata rilevata dalla Mercedes. Schumacher si è dichiarato sorpreso in senso positivo per la motivazione del suo team che, nonostante tutto, non è mai sazio di successi. «Per me è importante essere informato su ogni cosa. E\’ stato molto interessante cominciare a capire gli ingegneri e il loro modo di lavorare – spiega -. Avevo dato un\’occhiata già quando ho firmato il contratto e avevo già imparato molto, stavolta ho potuto vedere molte più cose riguardanti la squadra».

Ma Brackley non è stata l\’unica tappa di Schumacher: «Sono stato anche alla fabbrica della Mercedes a Brixworth, devo dire che sono rimasto molto impressionato dal livello che c\’è lì», afferma il sette volte campione del mondo. «Il personale sembra molto carico, lo trovo assolutamente incoraggiante. Tutto si adatta al mio modo di vedere le cose».

La Mercedes GP si schiererà al via come una sorta di Nazionale tedesca. Schumacher avrà come compagno di squadra il connazionale Nico Rosberg. E dalla Germania potrebbe arrivare anche il terzo pilota: secondo indiscrezioni, si tratterebbe di Nick Heidfeld.

Maria Elena Tanca