Egitto, scontri religiosi tra cristiani e musulmani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:50

width=260Una strage è quella avvenuta nella notte di natale  celebrato dalla comunità copta egiziana. Otto cristiani e un poliziotto sono infatti rimasti uccisi in una comunità copta nel sud del Paese nella notte tra il 6 e 7 gennaio. L\’episodio ,avvenuto nel giorno di una importante ricorrenza per la minoranza copta, ha scatenato immediatamente un\’ondata di polemiche e violenze nel sud del paese, così come in tutto l\’Egitto e in Malesia dove si contano ben quattro chiese bruciate.

Gli attacchi ai negozi, alle strutture appartenenti alla minoranza cristiana sono state oggetto di atti violenti su cui le amministrazioni locali cercano di fare chiarezza. Sul quotidiano Al Masri El Yom l\’amministrazione locale spiega che l\’episodio non è frutto di intolleranza religiosa e che le motivazione che hanno innescato le violenze vadano cercate in questioni ben lontane da quelle religiose. La pista ipotizzata è quella di una vendetta collettiva contro la comunità copta, la motivazione sarebbe uno stupro messo in atto da un giovane appartenente alla minoranza cristiana ai danni di una musulmana che 3 islamici a bordo di un\’automobile hanno voluto vendicare sparando ciecamente su nove persone. Intanto, però, manifestazioni di protesta sono state indette nella capitale egiziana, Il Cairo. Attacchi di questo genere non sono nuovi nel Paese che ha visto con gli anni la marginalizzazione delle minoranze etniche e religiose e l\’aumento delle divergenze.
Il Papa ha espresso, durante l\’Angelus, la sua riprovazione riguardo gli eventi accaduti e auspica che le istituzioni si impegnino affinchè nessun diritto venga violato; così come il ministro degli esteri, Franco Frattini,che ha in programma una visita in Egitto la prossima settimana. Il ministro sollecita la comunità internazionale a non sottovalutare episodi come questi e, riferendosi alla  situazione italiana, ritiene gli episodi di intolleranza un monito e un esempio per la gestione della crescente diversità culturale e religiosa presente nel Paese.

Samy Dawud

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!