Al Qaeda ucciderà l’ostaggio francese entro venti giorni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:04

width=236Se quattro membri di Al Qaeda non verranno liberati dalle prigioni del Mali entro venti giorni, il braccio magrebino di Al Qaeda ucciderà l\’ostaggio francese, rapito lo scorso novembre nell\’hotel Minika a Menaka, città del Mali a nord della riserva naturale D\’ansongo, sul confine con il Niger.

Pierre Camatte è un botanico francese che si trovava in Mali per studiare e coltivare piante usate nella lotta contro la malaria.

Chiediamo all\’opinione pubblica e alla famiglia dell\’ostaggio di fare pressione al governo di Sarkozy per evitare la follia di Gordon Brown nei confronti del cittadino britannico, recita il messaggio dei terroristi islamici.

Lo scorso giugno il gruppo uccise un cittadino britannico dopo che il governo di Brown si rifiutò di rilasciare Abu Qatada, un terrorista giordano considerato la mano destra di Osama Bin Laden in Europa.

Questo gruppo terroristico è nato con l\’intenzione di fare un colpo di stato in Algeria e nel 2004 si è unito ad Al Qaeda, diventando Al Qaida in the Islamic Magreb (AQIM) e iniziando una serie di rapimenti e di uccisioni.

Oltre al botanico francese, il gruppo tiene in ostaggio tre spagnoli rapiti in Mauritania, ma non ha ancora fatto richieste ufficiali al governo di Zapatero.

Nello scorso 2003 a sud dell\’Algeria 32 turisti, quasi tutti tedeschi, vennero rapiti dal gruppo AQIM e nonostante alcuni vennero liberati dalla polizia algerina, la maggior parte venne poi rilasciata in cambio di un riscatto di sei milioni di dollari pagati dal governo tedesco.

I riscatti pagati dai governi occidentali per il rilascio dei propri cittadini rapiti sono una delle principali fonti di guadagno per questi gruppi terroristici, secondo i governi di Algeria e Stati Uniti.

Non c\’è ancora stata alcuna risposta ufficiale né da parte del governo di Nicolas Sarkozy, né da parte di Amadou Toumani Touré, presidente della République du Mali.

Sebastiano Destri

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!