Apple piace a Greenpeace

Apple, Sony Ericsson e Nokia le migliori aziende nella  Guide to Greener Electronics di Greenpeace. Le delusioni vengono da Samsung, Dell, Lenovo e LG.

Greenpeace pubblica la più recente edizione della sua guida trimestrale (Guide to Greener Electronics). Apple, Sony Ericsson e Nokia guidano la classifica dei prodotti liberi dalle sostanze più pericolose , seguite subito dopo da Hp. Hp segna un punto a suo favore dopo il rilascio al CES di Las Vegas del personal computer desktop Compaq 8000f , il primo completamente privo da PVC e BFR.

A confronto Samsung, Dell, Lenovo e LG accumulano un punteggio negativo nella guida di Greenpeace per non aver mantenuto le loro promesse per la esclusione di sostanze tossiche dai loro prodotti.
Particolarmente significativa la prestazione di Apple, che rispetto all’edizione precedente ha guadagnato posizioni saltando al quinto posto. Le aziende sono messe in classifica attribuendo loro un punteggio .
La classifica premia Apple che passa da 4.9 a 5.1, ma svantaggia nel trimestre in esame Samsung, Sharp e Sony.
A Greeenpeace è piaciuto di meno il nuovo design del sito di Apple che fornisce minori informazioni verdi rispetto alla versione precedente. In particolare Apple piace a Greanpeace per il suo impegno ad un’agenda verde in linea con quella dell’organizzazione ecologista.

Con i nuovi sforzi fatti da Apple per eliminare materiali tossici sembra ormai in via di definitiva sepoltura l’ascia di guerra tra quelli di Cupertino ed il gruppo di ambientalisti che solo tre anni fa parlavano di apple come del peggior diavolo di questo mondo tanto da arrivare a creare un sito web contro la compagnia.

Riccardo Basile