Bambini obesi? I medici colpevolizzano i genitori

In tema di educazione alimentare c’è sempre qualcosa da raccontare, perdonate la rima.
Le cause di un aumento di peso, soprattutto quando si parla di bambini, si cela tra le mura domestiche e quindi in un mancato insegnamento dei genitori ai propri pargoli.
Parliamo sempre di alimentazione e dieta bilanciata, anche se le regole feree che ne conseguono sono spesso difficili da accettare per un bambino.
A meno che l’obesità non provenga da patologie come l’ipotiroidismo o le disfunzioni surrenali (che rappresentano una tipologia di malattia molto rara), i genitori sbagliano nel non introdurre uno stile di vita salutare.

A dirlo sono i medici che non perdonano ai genitori la distribuzione continua di merendine o altro cibo spazzatura, spesso anche in orari impensabili e quindi fuori pasto, momento in cui si tende a ingrassare con molta più facilità.
A peggiorare la situazione è anche l’aumento della sedentarietà dei bambini, un forte aggravante è rappresentato dalla tecnologia, dalla televisione e dalla playstation, diventato l’unico svago nel tempo libero dei bambini.
E’ sempre opportuno e consigliato iscrivere i figli a diverse attività sportive e soprattutto ad attività di gruppo, dove possono imparare a divertirsi, muoversi e a socializzare con i propri coetanei.
Per aiutarli a vivere bene e a crescere nel modo giusto è importante che i genitori riprendano in mano le redini, soprattutto in vista del loro futuro.

Alessandra Battistini