Ex-portavoce di Tony Blair sarà interrogato sulla guerra in Iraq

width=300
Alistair

Alistair Campbell, l\’ex-portavoce di Tony Blair, sarà la più importante figura ad affrontare l\’inchiesta riguardante la legittimità della guerra in Iraq.
L\’investigazione sta considerando le politiche del Regno Unito durante la corsa alla guerra del 2003, la gestione del conflitto e le sue conseguenze.
E\’ stato anche annunciato che l\’ex Segretario della Difesa Geoff Hoon e l\’ex Segretario degli Esteri Jack Straw saranno chiamati a testimoniare sulla vicenda la prossima settimana.
Tony Blair probabilmente sarà sentito in un secondo momento.
Il suo successore alla carica di primo ministro, Gordon Brown, non testimonierà fino a dopo le elezioni politiche, che si terranno in maggio.

Campbell, che ha già dichiarato come testimone in tre precedenti inchieste sull\’Iraq, era, con le sue stesse parole, al fianco di Tony quando fece quella che appariva come la scelta più difficile della sua vita e della sua carriera.
Campbell sarà probabilmente interrogato sulla campagna propagandistica a favore dell\’entrata in guerra, e per il suo coinvolgimento nella redazione del dossier governativo sulle armi di distruzione di massa in Iraq, che includeva l\’affermazione che avrebbero potuto essere utilizzate 45 minuti dopo che l\’ordine fosse stato dato.
Pubblicato sei mesi prima del conflitto, includeva una prefazione di Tony Blair, nella quale l\’ex Primo Ministro diceva di credere che l\’intelligence britannica avesse stabilito senza ombra di dubbio che Saddam Hussein stesse continuando a costruire armi chimiche e biologiche.

Campbell ha sempre smentito le voci secondo le quali lui cercò di irrobustire il dossier per rafforzare la causa per l\’azione militare in Iraq.
John Scarlett, all\’epoca dei fatti capo della Commissione parlamentare sui Servizi Segreti, ha dichiarato durante l\’inchiesta lo scorso mese che la prefazione scritta da Downing Street era palesemente politica, ed era nettamente separata dal dossier stesso.

Campbell, un ex-redattore politico del quotidiano britannico Daily Mirror, è stato a capo dell\’ufficio stampa di Tony Blair dal 1994 al 2003.
Il rapporto conclusivo sull\’inchiesta sulla guerra in Iraq sarà probabilmente pubblicata il prossimo anno.

Ivan Rocchi