iPhone Touch-Sfida! Superiore a Nexus One, Droid e Droid Eris

IlGara fra numerosi touchscreen, sulle prestazioni dello schermo sensibile al tocco. Dalla quale uno solo ne poteva uscire fuori. E il vincitore è stato ovviamente l\’iPhone della Apple.

MOTO Development Group ha realizzato una serie di analisi e test per verificare i vantaggi e le performance dei quattro cellulari più importanti del momento: da un lato l\’iPhone e dall\’altro ben tre apparecchi basati su Android; il nuovissimo Nexus One venduto da Google, il Droid di Motorola e il Droid Eris di HTC venduto da Verizon.

Il test, serve per capire quali apparecchi siano i migliori sotto vari punti di vista, quando si usa la tecnologia di schermo capacitivo introdotta da Apple nel 2007. Non tutti i telefoni sono creati uguali, spiegano quelli di MOTO, che da anni lavorano in ambiente industriale con questo tipo di tecnologia.

La tecnica usata da MOTO per fare il test è più semplice e diretta di quelle da laboratorio: utilizza un software che
permette di realizzare un test fatto in casa. Il test consiste nel disegnare linee rette sullo schermo del telefono usando un dito e con pressione forte o leggera, muovendosi lentamente. Si tratta di registrare differenze millimetriche, che spiegano come ci sia sempre una specie di ritardo o artefatto o distorsione a seconda del tipo di pannello usato, dei sensori, del loro bilanciamento e ovviamente del software usato.

Al termine dei test è l\’iPhone quello capace di tracciare le linee nelle varie modalità che rispondono maggiormente alle richieste preventive: andare dritti con velocità e pressioni diverse. I materiali più economici si fanno sentire e il consumatore se ne accorge; gli algoritmi del touchscreen sono un elemento chiave dell\’esperienza e contribuiscono a creare l\’unicità dell\’apparecchio e quindi del marchio; infine l\’integrazione fra hardware e software deve avvenire il prima possibile in fase di progetto e sviluppo.

Riccardo Basile