Paolini “disturba” la Sarno e ne provoca la caduta

È l’ennesima scorribanda televisiva, a tre mesi dalla promessa di andare “in pensione” come disturbatore tv: ma Gabriele Paolini ci è ricascato, o meglio ha fatto cascare Sonia Sarno, giornalista del Tg1.

La notizia, riportata dal Corriere della Sera, ha di nuovo come protagonista Gabriele Paolini, l’uomo che sembra abbia come scopo nella vita quello di “disturbatore televisivo”. Solo che mentre di solito si limita ad intervenire solo verbalmente disturbando la diretta, stavolta, mentre un operatore cercava di allontanarlo, si è aggrappato alla giornalista Sonia Sarno trascinandosela dietro per poi farla cadere a terra.

Il disturbatore televisivo, dopo l’episodio, si è allontanato come se niente fosse. L’aggressione è avvenuta vicino alla casa romana del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, dove si stava svolgendo un vertice sulla giustizia. Alcuni rappresentanti delle Forze dell’Ordine hanno fornito a Sonia le indicazioni per raggiungere il più vicino commissariato di Polizia per sporgere denuncia.

Le condanne inflitte a Paolini non sembrano riuscire a fermarlo, anche se in passato aveva detto che non l’avrebbe più rifatto. La Polizia ha raccolto la denuncia della giornalista. I suoi colleghi sono stati i primi ad intervenire, essendo vicini a lei, ed hanno tentato di arginare l’incursione di Paolini, letteralmente trattenendolo, ma non è stato sufficiente.
È riuscito ad allontanarsi velocemente, appena dopo il fatto, e prima dell’intervento dei poliziotti. Purtroppo niente sembra fermarlo e se prima erano solo parole adesso ha rischiato davvero di provocare danni gravi facendo cadere la giornalista.

Riccardo Basile