Rosarno non è razzista: immigrati e cittadini insieme per le vie del paese

width=300I recenti fatti avvenuti nella ormai troppo famosa località calabrese hanno avuto un impatto molto forte sull\’immaginario collettivo. L\’immagine che è passata, in alcuni casi, è stata quella di un paese, Rosarno, che rifiuta a priori l\’immigrazione, che questa sia regolare o meno. E\’ passata l\’immagine di residenti che non vogliono avere vicino qualcuno che non sia appartenente alla loro comunità e soprattutto non vogliono  qualcuno che sia nero, o peggio, negro, termine su cui in questi giorni si sono scatenate furiose polemiche( a causa di un titolo straordinariamente provocatorio  del giornale di  Vittorio Feltri).

La realtà non è proprio così: ieri un corteo è sfilato per le vie del paese, un corteo formato sia da calabresi sia da immigrati, entrambi hanno un\’esperienza ventennale di vita insieme. Lo striscione atto ad aprire il corteo recitava proprio così Abbandonati dallo Stato, criminalizzati dai mass media, 20 anni di convivenza non sono razzismo\’. Altro obiettivo del corteo è stato  quello di respingere l\’idea di paese razzista attribuitagli da una certa informazione, idea che anche ad una prima analisi risulta chiaro essere errata.

I tristi avvenimenti di questi giorni infatti sono avvenuti a causa di una reazione decisamente da condannare di gruppi di immigrati, che piombati in paese hanno  fatto ingenti danni , distruggendo macchine e ribaltando cassonetti della spazzatura. Questo episodio è avvenuto dopo le continue provocazioni da parte di alcuni locali, ultima tra le quali usare alcuni negri come bersaglio,sparando loro con un fucile ad aria compressa. Se la reazione è stata sicuramente esagerata, la provocazione è stata, altrettanto sicuramente, lunga, ininterrotta e quindi snervante. Detto questo, non si può certo sostenere che sia tutto, o la maggior parte di Rosarno ad essere razzista;  non si butta via tutto il cesto per due o tre mele marce e non lo si butta via nemmeno se le mele marce sono 10.

Nel frattempo da parte del Gip sono stati convalidati gli arresti dei tre individui accusati di aver aggredito alcuni immigrati; uno dei tre apparterrebbe a una cosca della malvita locale.

foto Ansa

A.S.