You Tube: oltre 500.000 visite per il video “Baciami ancora” di Jovanotti

Il sequel del fim cult di Gabriele Muccino, “L’ultimo bacio”, sarà distribuito nelle sale italiane dal prossimo 29 gennaio. Nel frattempo è il video della canzone di chiusura del film omonimo “Baciami ancora”, composto da Jovanotti su espressa richiesta del regista, a far parlare di sè, sbancando letteralmente You tube, dove da poche ore è possibile vederlo in versione originale.

http://www.youtube.com/watch?v=F-CupxkJxt0

In pochissimo tempo infatti, gli accessi alla pagina del video di Jovanotti, sono saliti oltre la quota dei 500.000 contatti, testimoniando l’interesse del pubblico per il film del regista romano e per il brano firmato dall’artista di Cortona.

Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, centra così nuovamente l’obiettivo e propone una canzone romantica, orecchiabile e poetica, il cui testo ripercorre idealmente le vicissitudini dei protagonisti principali del film e, in definitiva, di tutte le coppie del mondo, che nel loro percorso di vita comune, si allontanano, per poi ritrovarsi ed amarsi nuovamente, se testimoni del vero amore.

Il video è molto allegro e solare, come nello stile del cantautore toscano, e propone in anteprima tutti i personaggi e i protagonisti di Baciami ancora, da Stefano Accorsi e Vittoria Puccini, protagonisti principali della storia, alle new entry, Valeria Bruni Tedeschi, Adriano Giannini, Francesca Valtorta e Primo Reggiani.

Attendiamo impazienti l’uscita del film a fine gennaio per scoprire, 10 anni dopo, quali sono gli sviluppi e le vicissitudini dei numerosi personaggi che nella storia avevamo lasciato trentenni in preda alle prime crisi esistenziali, di fronte all’arrivo delle  vere responsabilità da adulti.

L’esito dei seguiti cinematografici non è sempre scontato, e a volte il secondo film si rivela deludente. Siamo certi che in questo caso, grazie a un cast così ricco di attori straordinari, tra i migliori del panorama attuale italiano, e al supporto di una colonna sonora così bella, il successo verrà sicuramente replicato.

Paola Ganci