CALCIO – COPPA ITALIA – Il Milan a fatica supera il Novara

La notizia è questa, il Novara perde la propria imbattibilità che durava da 24 partite (19 di Campionato Lega Pro Prima divisione, 4 di Coppa Italia ed 1 di Coppa Lega Pro). Perchè, se per molti poteva sembrare scontato il risultato di Milan – Novara, valevole per gli Ottavi di Coppa Italia, in campo non è stato così.

La giornata storica per il Novara calcio e città non si è aperta nei migliori dei modi, un pullman di tifosi piemontesi diretto a S.Siro è stato coinvolto in un incidente stradale nei pressi di Rho. Il pullman ha tamponato un Camion, venti i feriti, 19 tifosi più l’autista del camion. Otto sono ricoverati negli ospedali di zona, sembra nessuno sia particolarmente grave. La città di Novara si era mobilitata per questa sfida ed in fondo sia giocatori che pubblico credevano un pò nell’impresa. Ben diecimila i tifosi presenti a S.Siro che hanno incitato e spinto la squadra dal primo all’ultimo minuto ed hanno sfiorato il loro sogno per gran parte dell’incontro. In città scuole, aziende e negozi chiusi, una partita da non perdere.

L’ultima volta che il Novara sfidò il Milan era il 16 settembre 1976, sempre Coppa Italia ma quella volta si giocava a Novara ed i rossoneri si imposero 3-0. Tutt’altra gara oggi, i ragazzi di Attilio Tesser, in formazione rimaneggiata dato che il loro obiettivo principale resta comunque la promozione in serie B (il Novara occupa il primo posto in classifica con 5 punti sulla Cremonese), ha dato del filo da torcere al Milan che vedeva in campo la coppia d’attacco Inzaghi – Huntelaar, in porta il ritorno di Storari, così come in difesa quello di Bonera. Esordio dal primo minuto per il 18enne De Vito.

La partita è piacevole, sia Milan che Novara giocano bene a calcio e fanno girare velocemente la palla. I rossoneri passano in vantaggio al 12′ con un bel gesto tecnico di Super Pippo Inzaghi, ma il Novara non demorde e si spinge in avanti rischiando si più volte il doppio svantaggio ma andando vicinissimi al pareggio. I migliori in campo nel primo tempo sono i due estremi difensori, Fontana per il Novara e Storari per il Milan. Nella ripresa arriva il pareggio del Novara con un bel sinistro in corsa di Gonzalez, i piemontesi diventano sempre più padroni del campo. Negli spalti il pubblico si esalta e crede sempre più all’impresa, le occasioni si susseguono da un lato all’altro e a far tornare tutti sulla terra ci pensa una sventola di Flamini all’81’. Dal campo escono tutti felici, il Novara ha si perso l’imbattibilità ma ha dimostrato di essere una grande squadra e di poter competere con formazioni di categorie superiori, l’eliminazione prima del Parma e poi del Siena non sono stati un caso. Il Milan ai quarti incontrerà la vincente di Udinese – Lumezzane.

Salvatore Morelli