Home Sport

Calcio, il Brescia si stringe intorno a Flachi. Iachini: “Gli dedicheremo le prossime vittorie”

CONDIVIDI

C’è stupore al Brescia per la triste vicenda che ha coinvolto l’attaccante delle rondinelle Francesco Flachi, attaccante trentacinquenne ex Fiorentina e Sampdoria, trovato positivo alla cocaina dopo i controlli anti-doping al termine della partita Brescia-Modena dello scorso 19 dicembre.

Il giocatore, era stato già squalificato per due anni nel 2007 sempre per uso di cocaina, ed aveva fatto rientro in campo nel 2009 con la maglia dell’Empoli. Flachi adesso, è a rischio radiazione e difficilmente potrà continuare a far parte del calcio professionistico.

Oggi la società lombarda ha emesso un comunicato dove, in attesa delle controanalisi, ha condannato fermamente l’uso di sostanze proibite da parte dei propri tesserati, esprimendo però allo stesso momento piena solidarietà al calciatore.

Vicino a Flachi anche il tecnico bresciano Beppe Iachini: “Sono molto sorpreso e molto dispiaciuto. In questo momento mi sento soltanto di esprimere vicinanza umana a Francesco che conosco da tanti anni come una brava persona. Non sono nè arrabbiato, nè deluso, solo rammaricato. Ai miei ragazzi dirò che dobbiamo essere vicini ad un uomo che è sempre stato molto partecipe alla vita dello spogliatoio e che stavamo recuperando anche come calciatore di grande livello. Cercheremo di dedicargli tanti punti e tanti bei risultati”

La dirigenza non ha ancora pensato ad un’eventuale risoluzione contrattuale con il giocatore, come lasciano intendere le parole del consulente della società Gigi Maifredi: “La società non si sente tradita, semmai vicina ad un ragazzo caduto nella trappola della vita. Che provvedimenti prenderà la società nei confronti di Flachi? Non è il momento di parlare di contratti, il lato sportivo per noi in questo momento è secondario. Prevale il lato umano”.

Francesco Mancuso