ONU: in aumento il bilancio delle vittime civili in Afghanistan

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:34
Piccolo afghano ferito in un raid USA

I civili morti in Afghanistan sono saliti del 14%  nel 2009 rispetto all’anno precedente, secondo i vertici della Missione ONU in Afghanistan (UNAMA).

Nel rapporto si dice che la “maggior parte” delle vittime sono state causate dagli attacchi dei Talebani.
La crescita segna il 2009 come l’anno peggiore per il popolo afghano dallo scoppio della guerra, quando alla fine del 2001 un’invasione guidata dagli USA rovesciò il regime dei Talebani .

L’UNAMA dice che nel 2009 sono rimasti uccisi 2.412 civili afghani, rispetto ai 2.118 del 2008.
“Il progressivo estendersi e acuirsi del conflitto armato in Afghanistan ha continuato a riscuotere un pesante dazio dai civili per tutto il 2009”, ammonisce il rapporto.

Le morti dei civili sono un argomento scottante in Afghanistan, con l’esercito degli Stati Uniti frequentemente accusato dell’uccisione di innocenti nei bombardamenti aerei.
Il dossier dell’ONU dice che le morti attribuite alle forze alleate sono calate intorno al 30% nel 2009, una statistica che sarà probabilmente accolta dall’esercito USA.

Negli ultimi mesi esso ha fatto ripetute rassicurazioni al Governo afghano riguardo la diminuzione delle morti tra i civili, come parte del progetto di conquistare la fiducia e il sostegno del popolo afghano.
“Questo calo riflette l’efficacia delle misure prese dalle forze armate internazionali per condurre le operazioni in modo che diminuisca il rischio per i civili”, dice il rapporto dell’ONU.

Ma il dossier evidenzia anche che nel 2009 la violenza è andata crescendo, nonostante l’usuale “tregua” invernale.

Infatti l’insurrezione si è fatta più aspra e si è estesa dal sud del Paese, dove è cominciata; aree un tempo stabili, come la provincia di Kunduz e tutto il nord-est, si trovano a dover fronteggiare una crescente insicurezza.
I corrispondenti dicono che c’è il rischio che il numero delle vittime cresca ulteriormente, dopo che gli USA e la Nato avranno inviato altri 37.000 soldati per provare a stabilizzare l’area.

Ivan Rocchi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!