F1-Michael Schumacher: “Voglio il titolo entro 3 anni”

Michael Schumacher non vede l’ora che cominci il campionato di Formula 1. Dopo aver lasciato la Ferrari, con la quale aveva un contratto di consulenza, è approdato alla Mercedes. In questi giorni ha cominciato a correre su una vettuta Gp2 per riprendere contatto con la pista, col rombo dei motori e, soprattutto, con le sollecitazioni che la velocità gli procura al collo, la cui mirco-frattura è appena guarita. Ovviamente è tornato in pista con il preciso intento di vincere il suo ottavo titolo mondiale su una monoposto. Ne ha già vinti due con la Benetton (1994 e 1995) e cinque consecutivi con la Ferrari (dal 2000 al 2004). Ora vuole quello con la Mercedes. “Magari non lo vinceremo alla prima stagione – dice alla tedesca Bild – ma certamente nell’arco dei tre anni previsti dal contratto con il marchio tedesco. Nel nostro progetto a lungo termine con la Mercedes abbiamo stabilito un obiettivo chiaro: io voglio ridiventare campione del mondo. Se consideriamo il periodo di tre anni ci sono buone possibilità  di farcela”. Prima della richiesta della Ferrari, che la scorsa estate gli chiese di prendere il posto dell’infortunato Massa, “non avevo mai pensato di tornare in Formula 1, così come non ho avuto alcun contatto in autunno con Ross Brawn“, già suo capo ingegnere alla Benetton ed in Ferrari, decisivo per il suo ritorno nel circus. Quanto ai dolori al collo, conseguenza di una caduta in moto, Schumi tranquillizza tutti: “In passato non sono mai riuscito a sviluppare i muscoli di questa parte del mio corpo in modo da non provare alcun risentimento. Avere un pò rigidità è del tutto normale”. Gli anni sono passati, ma l’età  non gli pesa: “Mi alleno meno di quanto avrei fatto un tempo, ma con maggiore efficacia e con obiettivi pi— mirati”. Alla faccia dei suoi 41 anni, compiuti lo scorso 3 gennaio.

Andrea Bonino