Haiti: arriva la USNS Comfort, una nave ospedale in soccorso dei terremotati

La catastrofe Haitiana ha mobilitato l’intero pianeta; tutte le nazioni che hanno in questo momento la possibilità di fornire aiuto non si stanno  tirando indietro. Anche l’Italia ha mandato una squadra di soccorso con il compito di coordinare gli aiuti e questo pomeriggio al suo seguito è decollato un C130 ( un enorme aereo da trasporto, usato per le missioni più variegate) che contiene un intero ospedale da campo.

Per quanto riguarda gli U.S.A, il segretario di stato  Hillary Clinton ha deciso l’invio di 3500 militari e questo in questo weekend salperà alla volta di Haiti la USNS Comfort, una nave ospedale che fornirà un aiuto medico decisamente consistente. La nave contraddistinta appunto dalla sigla USNS ( United States Naval Ship) appartiene a un reparto militare dell’esercito degli Stati Uniti,ma differisce dalle USS per non essere una nave da guerra.

Heidi Lenzini, alto ufficiale  del “Southern Command” di Miami, ha dichiarato che  la gigantesca nave ospedale rimarrà da Haiti fino a data da destinarsi; non è quindiper ora previsto un rientro, dato che ancora le notizie sulle vittime rimaste vive sono molto incerte.

Qualche dato tecnico aiuterà a capire le potenzialità di questo colosso del mare: La USNS Comfort nella misura utilizzata negli Stati Uniti  è lunga circa 900 piedi, che equivalgono approssimativamente a 320 metri. E’ in grado di ospitare centinaia di dottori, infermieri e personale tecnico, i quali hanno a loro disposizione ben 12 sale operatorie  assolutamente capaci di rispondere ad  ogni emergenza. 1000 i posti letto per i degenti.

Pel la USNS Comfort non è la prima missione; l’imponente nave ospedale era già intervenuta in occasione dell’attentato dell’ 11 settembre 2001 e dopo i danni provocati dagli uragani  Katrina e Rita nel 2005.

Sarà anche una goccia nel mare di quella che ormai viene definita apocalisse, ma sicuramente salverà migliaia di vite umane.

A.S.