Terremoto Haiti: rientrato allarme tsunami a Cuba

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:29

Dopo alcune ore di paura, con il sisma che ha devastato la capitale di Haiti che è stato avvertito anche sulle coste cubane, è rientrato l’allarme tsunami lanciato in un primo momento Pacific Tsunami Warning Center degli Stati Uniti.

Nonostante il Centro Nazionale di inchieste sismologiche di Cuba avesse informato il governo di ritenere “molto poco probabile” la presenza di un maremoto nella zona est dell’isola, era stato attivato il piano di evacuazione che aveva fatto rifugiare, ieri pomeriggio, circa 30mila cittadini di Baracoa, la città più orientale del Paese, sopra le colline circostanti.

Il governo ha, quindi, messo in atto i piani di emergenza che già si erano dimostrati efficaci in occasione degli uragani del 2008, quando questi avevano devastato Haiti, provocando diverse centinaia di morti, senza però provocare vittime nel loro impatto con Cuba.
L’ipotesi di tsunami è stata esclusa, per l’immediato futuro, anche da Richard Allen, del Laboratorio sismologico di Berkeley.
“Uno tsunami – ha spiegato – ha bisogno di una magnitudo 8 e di una scossa provocata da una faglia che scivola sotto all’altra. Nessuna di queste condizioni si  è verificata”.

Mattia Nesti

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!