Bergamo: stalking per amicizia

Continue telefonate, invii instancabili di sms sul cellulare,  improvvisate al citofono di casa: non sono le intemperanze di un innamorato ferito o scaricato, ma le “mosse” quotidianamente tentate da un ragazzo di 30 anni per riconquistare l’affetto di un ex amico.

Lo strano caso di stalking per amicizia è avvenuto in provincia di Bergamo.

 Il trentenne non riusciva ad accettare la fine di un rapporto durato 5 anni e così, nonostante un ammonimento formale, aveva continuato a ricoprire l’ex amico di attenzioni a lui non più gradite. L’ultimo episodio: il lancio di un flessibile contro il vetro della camera da letto della vittima, aveva causato il lieve ferimento dello stesso e della madre che si trovava in sua compagnia.

Gli episodi di “molestia amichevole” proseguivano orami da 7 mesi; alla fine per il trentenne recidivo sono scattate le manette.

Maria Saporito