Con Milla Jovovich, potremmo fare incontri del “Quarto tipo” nelle sale cinematografiche

La psicologa Abigail Tyler, inizia a videoregistrare le sedute dei suoi pazienti, in Alaska. Ma il suo metodo terapeutico, rivela molto più del semplice disagio dei suoi assistiti.
Il Film ambientato ai giorni nostri, parte dalle vere segnalazioni che dagli anni 60,  rendono innumerevoli testimonianze di incontri speciali, nel più freddo degli stati Usa.
Gli incontri di cui il film, narra, e che dalla cronaca reale arrivano, sono quelli che gli esperti definiscono in una scala creata nel 1972, del quarto tipo, non semplici avvistamenti, dunque, ma veri e propri contatti forzati.

Ci sono insomma, tutti gli ingredienti per tenere incollati alle poltrone con il fiato sospeso per 98 minuti, i spettatori che lo andranno a vedere nelle sale cinematografiche, a partire dal 22 gennaio.
La pellicola: horror,   mystery e thriller,   ha come protagonista l’ attrice Milla Jovovich, che ha già abituato il pubblico all’ adrenalina con titoli quali la trilogia di “Resident evil“,  lo straordinario “Il quinto elemento”  di Luc Besson ed “Ultraviolet“.
The fourth kind“, titolo originale del film, è l’opera prima del giovane regista Olatunde Osunsanmi, che firma anche la sceneggiatura della pellicola.
A. A. Rizzello