Depp e Jolie: entrano in campo le riserve di Cruise e Theron

Variety annuncia un inedita coppia che presto inizierà a girare insieme. Le due star in questione sono il fascinoso “pirata” Johnny Deep, e Angelina Jolie.
Gli attori saranno diretti dal regista Florian Henckel von Donnersmarck, che si cimenterà nel remake del thriller francese “Anthony Zimmer” pellicola di recente produzione che aveva tra gli interpreti Sophie Marceau.
Queste indiscrezioni, confermano la girandola di sostituzioni. Nomi che si sono susseguiti, sia per la regia che per i ruoli in questi ultimi mesi.
Se alla regia è tornato il regista tedesco, già premio Oscar per  “Le vite degli altri” , a cui inizialmente era stato affidato il progetto di “The tourist” (questo il titolo della nuova pellicola), poi rimpiazzato da Barhat Nalluri, e nuovamente ritornato nelle mani di Florian Henckel von Donnersmarck; per gli interpreti c’è ancora da aspettare per avere conferme.

Deep è un sostituto d’eccellenza (ancora non ufficializzato) dell’  inizialmente designato Tom Cruise,  anche Angelina Jolie, in questo film sarebbe un rimpiazzo.
 La parte era inizialmente stata affidata a Charlize Theron,  ruolo declinato dopo che Tom Crusie non aveva aderito a questo progetto cinematografico.
Il  film, il cui cammino verso le sale cinematografiche resta ancora  dubbio, ha a quanto pare una costante nella bellezza degli interpreti.
Che sia Tom Cruise o Jhonny Depp a vestire i panni del protagonista , Charlize Theron o la Jolie quelli dell’ interprete femminile, comunque, ad incarnare i personaggi sembra proprio dovranno essere attori assolutamente belli, sexy e affascinati.
In fondo che gusto ci sarebbe a vedere nelle sale un thriller, dove inseguitori ed inseguiti non siano perfettamente adatti anche ad un campagna pubblicitaria per lingerie?
Sembra che i comuni mortali scamperanno allora al rischio di essere coinvolti in un pericoloso intrigo! Meno male per tutti noi, che preferiamo vedere i bellissimi di Hollywood rischiare, anche se fortunatamente soltanto sulla pellicola, la loro incolumità.
A. A. Rizzello