Schumacher: dolori al collo nelle prove di GP2

“Vi e’ una piccola tensione muscolare, – ha detto ammesso Micheal Schumacher dopo il secondo giorno di test in Gp2, in un’intervista all’Express – ma e’ una cosa normale”.
Sembra, quindi, che i dolori al collo, che avevano impedito al campione del mondo di sostituire Massa nello scorso campionato, si siano ripresentati, seppur in misura decisamente minore.

“Oggi ho potuto lavorare molto e bene – ha infatti voluto aggiungere il pilota tedesco – Sono felice di come siano andate queste tre giornate, tutto è andato come previsto. In auto mi sono sentito immediatamente a mio agio”.
Nel corso del test Schumacher ha completato 130 giri, stabilendo il miglior tempo di 1’24”621, nel suo ultimo giro prima di rientrare ai box, facendo meglio degli altri piloti della categoria.

Secondo fonti ufficiali le tre giornate di test a Jerez servono alla scuderia per favorire lo sviluppo della monoposto di Gp2, tuttavia secondo fonti interne all’ambiente le prove servono anche per preparare concretamente le condizioni fisiche necessarie a rientrare in Formula 1, alla guida della Mercedes.

In ogni caso, Micheal Schumacher ha voluto chiarire che “la vera fase di ambientamento inizierà a Febbraio quando guiderò finalmente una F1. Attualmente ho un piccolo dolore ai muscoli del collo, ma è una cosa normale”.