Strage Haiti: Gisele Bundchen dona un milione e mezzo di dollari

Gisele Bundchen aiuta i terremotati di Haiti: seguendo l’ottimo esempio della strepitosa coppia composta da Angiolina Jolie e Brad Pitt, i quali pochi giorni fa hanno deciso di donare alle vittime della strage di Port-au-Prince una somma di circa un milione di dollari, che serviranno allo staff di Medici Senza Frontiere, per la ricostruzione di tre importanti ospedali, anche la top model brasiliana decide di contribuire alla nobilissima causa, donando a sua volta ben un milione e mezzo di dollari.

La scossa, che pochi giorni fa ha letteralmente radiato al suolo l’intera capitale haitiana, è corrisposta ad uno dei più violenti sismi che sino ad oggi hanno colpito lo sfortunato pause caraibico nell’ultimo secolo. Il bilancio delle vittime, ancora provvisorio, continua a crescere istante dopo istante, raggiungendo numeri spaventosi, ma purtroppo siamo solo all’inizio. Ciò che in questo momento preoccupa di più sta nel fatto che fornire aiuti ai terremotati rappresenta un grande problema, perché oltre alla distruzione di tutti i collegamenti (strade, rete telefonica, rete elettrica, ecc), i superstiti si trovano sprovvisti di dimora, cibo e acqua, cosa che li sta costringendo a prendere d’assalto gli edifici pubblici, nella speranza di trovare vivande capaci di farli sopravvivere ancora una volta.

Giunta la terribile notizia della scossa sismica, l’intero mondo si è mobilitato per cercare di aiutare e soccorrere in qualsiasi modo le vittime: oltre al sostegno di squadre di soccorso, o civili, dall’altro giorno hanno deciso d’intervenire anche grandi notorietà, conosciute a livello globale, la cui generosità economica sta fornendo un utilissimo appoggio. Come detto, infatti, dopo Pitt e Jolie, oggi interviene anche Gisele Bundchen, la quale ha donato la cospicua cifra di un milione di dollari alla Croce Rossa.

La ricostruzione di Haiti è possibile, ma solo grazie a grandi gesti di solidarietà come quelli appena citati, possiamo dare vera speranza a un paese ormai completamente distrutto.

Alice Sommacal