Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Mosca bloccata: va in onda un film porno

CONDIVIDI

I maschietti alla guida sanno bene quanto siano pericolosi i maxi-cartelloni pubblicitari, che ritraggono bellissime donne in intimo più che provocante, ai lati delle strade di ogni città italiana. Chissà quante volte l’occhio sarà scappato verso quelle ragazze di cartone con il rischio di non vedere l’auto davanti che frena o, peggio ancora, di non accorgersi che il semaforo è diventato rosso.

Eppure noi italiani siamo dei dilettanti se ci paragoniamo ai russi. Già, perché in quel di Mosca sono andati ben oltre qualche cartellone pubblicitario di intimo femminile. Sono passati direttamente ai film porno. Così quest’oggi, su un maxi-schermo posto al bordo di una delle strade più trafficate della metropoli russa, ad un paio di chilometri circa dal Cremlino, è andato in onda un film hard.

L’effetto è stato il blocco totale della circolazione con la gente che, telefonino o macchina fotografica alla mano, tentava di immortalare qualche momento di questo inaspettato spettacolo a luci rosse. Se poi considerate che il nudo in televisione è vietato in Russia dal 1991, e dunque da un’epoca anteriore alla caduta dell’URSS, immaginate quale sia stato lo stupore dei cittadini moscoviti.

La causa di questa inconsueta messa in onda non è ancora stata chiarita ma si parla di un attacco hacker. Certo un hacker con una bella fantasia, altro che la solita sottrazione di dati protetti. Se siete molto curiosi e volete proprio sapere come siano andate le cose potete visionare il maxi-intasamento stradale che ha paralizzato la città grazie ad alcuni video presenti su Youtube.

Valeria Panzeri