Vecchi film in televisione: oggi il primo, grande “Batman”

Questo pomeriggio, alle ore 14:00, Italia 1 trasmetterà il film fantastico, del 1989, “Batman“. Diretta dal genio di Tim Burton (“La fabbrica di cioccolato”, “Il mistero di Sleepy Hollow”, “Edward mani di fobice”), la pellicola è interpretata da un cast d’eccezione: Michael Keaton interpreta il ruolo dell’eroe-pipistrello, Jack Nicholson quello dell’acerrimo nemico Joker mentre la bellissima Kim Basinger recita nel ruolo di Vicki Vale. Il film, prima produzione cinematografica ispirata all’eroe del fumetto nato nel 1940, dà inizio alle serie di pellicole e cartoni animati basati sulla figura di quest’eroe mascherato e alla successiva e conseguente “batmania“.

Bruce Wayne (Michael Keaton) è un miliardario scapolo di giorno ma di notte veste i panni di Batman, il temibile uomo-pipistrello difensore di Gotham City. Batman è un eroe anomalo perchè non è dotato di superpoteri ma di supergadget, grazie ai quali riesce, in ogni occasione, a consegnare i malintenzionati alla polizia. Ad indagare su di lui c’è la bella fotoreporter Vicki Vale. Da quando Bruce è in città, la criminalità non ha scampo: ma a complicare di molto la situazione arriva un cattivo terrificante, Joker

La pellicola è geniale nella sua semplicità! E’ semplice perchè rappresenta la lotta privata, ad armi pari, di due mutanti, la lotta privata tra il bene e il male, tra due forze parimenti oscure. Una struttura lineare quindi, ma intervallata da scene spettacolari e colpi di adrenalina. Il film è, parimenti, denso di omaggi al cinema e alla letteratura minore (quella, appunto, detta fumetto), ragion per cui la pellicola risulta essere un’osmosi di generi: avventura, horror, fantastico, poliziesco ma anche commedia, fumetto. Ogni elemento è ben calato in una città, allo stesso tempo, fiabesca e terribile, buia e abbagliante.

Compendio dell’immginario cinematografico degli anni ’80, il film vinse l’Oscar per la miglior scenografia e divenne un caposaldo dell’attuale cultura popolare. Da guardare!

Valentina Carapella