Antonella Clerici tornerà alla Prova del Cuoco da settembre 2010?

In principio ci fu una maternità desiderata, aspettata e poi finalmente arrivata. Così,  una volta coronato il suo sogno di mamma, la presentatrice Antonella Clerici aveva dovuto allontanarsi dal programma che forse le aveva dato più fama e notorietà di tutti: La prova del cuoco.

Ancora ricordiamo l’ultima puntata di commiato dalla trasmissione, con relative lacrime di tutti, Antonella compresa. C’è da pensare che ci fosse già il sentore che il ritorno tra i fornelli de La prova del cuoco, dopo la nascita di sua figlia Maelle, non sarebbe stato del tutto scontato per la bionda presentatrice. Fatto sta che la bella e prorompente Clerici, pochi mesi dopo il parto, sembrava essersi arresa all’idea che le avessero “scippato” definitivamente il programma.

Elisa Isoardi, prese il suo posto per la classica “sostituzione maternità” prevista dal contratto, come accade per qualsiasi donna che diventa mamma e che deve allontanarsi dal posto di lavoro. Ma le notizie in arrivo alla ripresa della nuova stagione televisiva, confermavano definitivamente il sospetto di tutti. Elisa era più giovane, costava meno alla Rai e inoltre era riuscita a colmare il vuoto lasciato da Antonella, guadagnandosi la fiducia di colleghi e telespettatori. Sarebbe stata lei la nuova conduttrice definitiva della trasmissione.

Tutti noi abbiamo provato dispiacere per Antonella che, in tutto questo, iniziò ad essere vista come un capro espiatorio di una manovra aziendale mirata al risparmio, ma poco attenta alle tematiche sociali legate alla donna e al lavoro.

Si sussurrò che ci fosse la mano di Fabrizio Del Noce dietro alla vicenda. Sta di fatto che oggi Del Noce non è più al suo posto di potere e si vocifera di un probabile ritorno della Clerici al suo antico posto di conduttrice del programma di cucina, per il prossimo settembre 2010. Tutto questo con il placet della Isoardi.

Tra Sanremo e il ritorno al suo vecchio amore tra cuochi e fornelli, Antonella può dire di aver superato brillantemente il suo momento critico.

Paola Ganci