Decennale di Bettino Craxi: tutti amici e tutti in gita, e Haiti?

craxi hammameth

Mentre la maggior parte dell’Italia, pur con tutti i suoi problemi, e non sono pochi, si impegna  per fornire ogni tipo di aiuto alle vittime del catastrofico terremoto di Haiti, alcune persone sembra abbiano di meglio da fare. La questione non è politica, ognuno è libero di pensarla come vuole, ma alcune cose  sono moralmente poco tollerabili.

Prescindendo dalla polemica “e’ giusto o meno dedicare una via a Bettino Craxi”, su cui  tanto è già stato scritto e tanto ancora si scriverà, si nota a due giorni dal decennale della morte, che  le iniziative socialiste atte alla commemorazione dello statista Craxi si moltiplicano, crescono quasi esponenzialmente.Niente di male, ma su una non si può, in questo momento, non aver da ridire: Ieri la “gita” ad Hammameth ha dato i suoi frutti: Bandiere socialiste, garofani, un vero e proprio amarcord  insomma alla cerimonia per il decennale  (che per la precisione è domani 19/01). Presente anche il Franco Frattini,  Ministro degli Esteri. Oltre a lui altri due Ministri, Sacconi e Brunetta, e i figli di Bettino, Bobo e Stefania Craxi. A completamento dell’allegra brigata,Cicchitto, De Michelis e Rino Formica, vecchi dirigenti del P.S.I. di stampo craxiano.

Ora, riconoscendo il valore politico e probabilmente anche amicale della persona Bettino Craxi in relazione ai presenti alla cerimonia di ieri (17/01), riconoscendo l’assoluto diritto di queste stessi presenti, intesi sia  come individui singoli,sia come persone istituzionali, a ricordare degnamente chi, in ogni caso, è stato protagonista di un pezzo significativo della storia politico-sociale italiana, viene comunque da domandarsi; Era proprio necessario, in un momento come questo, quando le istituzioni dovrebbero essere più presenti, visto che per problemi del tutto logistici  (e quindi risolvibili anche con interventi dall’alto) difficilmente si riescono a coordinare gli aiuti ad Haiti, isola in cui è avvenuto il più grande disastro naturale che si ricordi e nel quale sono volontariamente coinvolte economicamente e moralmente tutte le popolazioni del mondo, era proprio necessario ( ribadisco)  che tre dei nostri più importanti Ministri andassero ad una cerimonia?

A.S.