Nasce a Bari il primo cineporto del Sud. Il secondo sorgerà a Lecce

Inaugurato sabato scorso, il primo Cineporto del Sud, realizzato grazie all’Accordo di Programma Quadro “Sensi Contemporanei” per conto della Regione Puglia, è sorto a Bari. Uno spazio di 1200 metri quadrati, in passato dedicato ai mobili antichi, destinato a diventare un contenitore culturale, il centro delle produzioni televisive e cinematografiche.

Si è detto contento del progetto, Nichi Vendola, presidente della regione Puglia, il quale ha dichiarato: “Questa è una giornata felice, se può esistere felicità nella vita pubblica.”

Soddisfatto del supporto di centinaia di sostenitori, operatori del settore e cittadini comuni, ha aggiunto: “occorre investire in cultura e nelle giovani generazioni, costruire un mosaico di esperienze lontano dalla logica del mega-evento e dall’immagine della Puglia più folkloristica. Le cento produzioni ospitate dalla Apulia Film Commission (Afc) sono state una scossa per il territorio e ci hanno spinto a scommettere sul cinema come fattore di crescita economica oltre che di incivilimento. Il cinema è il nostro petrolio.”

Il secondo cineporto sorgerà a Lecce, reso possibile da un intervento di circa 600mila euro tra fondi europei e risorse dell’Afc,  sarà realizzato alle Manifatture Knos, all’interno di un padiglione di 4.000 mq. Verrà  inaugurato entro la primavera del 2010.

Claudia Fiume