Vivienne Westwood crea t-shirt per i senza tetto e li porta in passerella

Sensibilizzata dalla richiesta di  contributo di Gianmauro Nigretti, presidente della Croce Verde di Milano, la stilista britannica Vivienne Westwood ha disegnato una special edition t-shirt, intitolata“Billions Made Homeless”, dedicata ai meno fortunati, che ha portato a sfilare nella passerella milanese.

Il primo senzatetto irrompe in passerella da una “casa” di cartone, il secondo spinge un carrello da supermarket colmo di giornali e non manca nemmeno il vagabondo che finge di svenire a causa del freddo, soccorso in un secondo momento proprio dai veri volontari della Croce Verde di Milano.

E poiché l’obiettivo della moda “vagabonda” è quello di resistere al freddo, la nuova collezione della Westwood dà il suo contributo anche contro le avversità meterologiche. Spuntano in passerella pellicce sintetiche, cappotti e giacche in mongolia, bomber imbottiti, kilt e cardigan oversize per proteggersi dal gelo siberiano.

Spesse calze sopra i pantaloni, pesanti abiti in lana, maglie raffiguranti scene di caccia primitiva. L’estro della stilista inglese prende spunto dal mondo militare russo; da qui le stampe ispirate alla propaganda comunista durante la Guerra Fredda, i bottoni in ottone, le decorazioni a spille.

E per concludere il denim usurato tipico degli abiti da lavoro, indossati per l’occasione non da finti operai, ma dai volontari della Croce Verde di Milano.

Claudia Fiume