Basket NBA – Affondano Celtics e Magic. Tornano a vincere i Knicks di Gallinari

Le 12 partite della notte NBA regalano sorprese e conferme. C’è il ritorno al successo dei New York Knicks (17v-24p) contro i Detroit Pistons (14v-26p) che solo pochi giorni fa avevano inflitto agli uomini di D’Antoni una pesante sconfitta. Match altalenante con i Knicks che rompono l’equilibrio nel secondo quarto chiuso con un parziale di 34-20. Pronta risposta dei Pistons che ribaltano il risultato presentandosi ad inizio dell’ultimo periodo con un vantaggio di 2 punti. Nell’ultimo quarto sale in cattedra il nostro Danilo Gallinari che realizza 7 punti consecutivi portando i suoi ad un sicuro +9, break che porterà i Knicks al successo finale per 99-91. Danilo chiude con 16 punti, 3 rimbalzi, 2 assist e 2 stoppate in 36′ dimostrando di essere sempre più fondamentale per questa squadra ancora in piena lotta per qualificarsi ai play-off.

Chi continua a deludere sono i top-team dell’Eastern Conference, cioè Boston e Orlando. Se i Magic (26v-15p) sono stati battuti a Los Angeles dai più quotati Lakers (32v-9p), nel remake della Finale NBA della scorsa stagione, poco sono le attenuanti per i Celtics (27v-12p), superati in casa dai Mavericks (27v-14p) per 90-99, al secondo K.O. consecutivo e in netto calo di gioco. Il match si può dividere esattamente in due parti, la prima dove Boston sembrava potesse tranquillamente controllare Dallas chiudendo avanti 50-41, la seconda parte dove i Celtics sono letteralmente scomparsi sotto i colpi di Nowitzki, mattatore con 37 punti, ben servito da un redivivo Jason Kidd che ha regalato ben 17 assist. Il migliore per i Celtics è risultato essere Pierce con 24 punti. Tornando al big-match tra Lakers e Magic, i californiani hanno faticato non poco per avere la meglio degli uomini di Van Gandy nonostante il loro momento di crisi, 3 sconfitte consecutive, sette negli ultimi 9 incontri. I giallo-viola vanno avanti sul 48-35 al 18′, ma tra fine secondo quarto ed inizio terzo i Magic a sorpresa piazzano un parziale di 32-10 che li fà volare sul +9 a 15′ dal termine. Ma a questo punto l’orgoglio californiano chiude definitivamente il match con un parziale di 23-2 per poi controllare l’incontro chiudendolo 98-92. Giornata no per Bryant, solo 11 punti con 4/19 al tiro, fondamentale per i Lakers l’apporto dalla panchina con Brown che realizza 22 punti in 21′ e Odom che raccoglie 16 rimbalzi. Dall’altro lato nulla può il solo Howard con 24 punti e 12 rimbalzi.

Altri risultati:

Washington – Portland 97-92, Atlanta – Oklahoma 91-94, Charlotte – Sacramento 105-103, Houston – Milwaukee 101-98, L.A. Clippers – New Jersey 106-95, Minnesota – Philadelphia 108-103, New Orleans – San Antonio 90-97, Golden State – Chicago 114-97, Memphis – Phoenix 125-118.

Salvatore Morelli