Vendola indagato: su youtube la risposta del presidente della Puglia e candidato alle primarie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:48

“Cari pugliesi vi racconto una storia…”
Così ha inizio il video dal sapore di lettera aperta a cui Nichi Vendola affida la sua risposta alla notizia, divulgata ieri e smentita dalla Procura, in merito ad una sua iscrizione nel registro degli indagati nell’ambito delle vicende sulla sanità pugliese.

Già ieri sera durante un intervento in diretta alla trasmissione Il graffio su Tele Norba 7, Nichi Vendola aveva immediatamente e con vigore definito “una vergogna” la notizia, priva di riscontri, di una iscrizione nel registro degli indagati. Non solo, il candidato alle primarie aveva anche sottolineato che questa “impostura si ritorcerà contro” i suoi stessi promotori.

Oggi, il sito ufficiale di Nichi Vendola, pubblica il video-lettera indirizzato ai pugliesi e con il quale Nichi Vendola passa da fantomatico accusato ad accusatore di un sistema partitico che ha lottizzato la sanità, favorendo al fuga all’esterno dei medici di fama mondiale “scalazati” nel posto che spetterebbe loro negli ospedali pubblici, da nomine effettuate dall’alto.

Nel video verità con il suo solito stile, Nichi Vendova va subito al cuore del problema, ammettendo di aver chiesto, al telefono e in incontri diretti, al professor Giancarlo Logroscino, luminare di fama mondiale, di tornare nella sua Puglia, per mettere al servizio della gente pugliese le sue competenze. Logroscino, afferma Vendola nella sua lettera ai pugliesi, oggi “lavora in Puglia”.

Questa sarebbe la responsabilità di Nichi Vendola. Un fatto, come dice lo stesso candidato alle primarie, che avrebbe dovuto portare “ad una lode” e “ad una gratificazione”, invece in un’Italia in cui si può diventare primari anche se “si è ignoranti come una capra” ma si hanno i giusti agganci politici, la ricompensa è la diffusione di queste notizie che la stessa Procura di Bari ha smentito.

Non ha peli sulla lingua Nichi Vendola quando afferma di “capire” che questa notizia è stata diffusa proprio “nella settimana delle primarie” che vedranno il governatore della regione Nichi Vendola contrapposto a Francesco Boccia, per l’investitura a candidato del centro sinistra nelle prossime elezioni regionali pugliesi.

Enzo Lecci