Calcio, Milan – Gattuso teme l’Inter: “Anche un pareggio va bene”

Gennaro Ivan Gattuso, 32 anni lo scorso 9 gennaio

Derby da vicere a tutti i costi? Gennaro Gattuso va controcorrente, guardando le cose in ottica futura: “E’ chiaro che faremo di tutto per battere l’Inter, ma dovremo soprattutto stare attenti a non perdere. In questo momento la classifica dice che siamo a -6, e la partita che dobbiamo recuperare non sarà certo facile, visto che affronteremo la Fiorentina in trasferta. Se mantenessimo questo distacco il campionato sarebbe comunque aperto, in caso di sconfitta le cose diventerbbero molto più complicate”.

Il centrocampista rossonero dimostra di avere grande rispetto per i cugini nerazzurri: “Sappiamo che domenica sera la posta in palio sarà molto alta, e dovremo stare molto attenti alla forza dell’Inter: nelle ultime due gare, contro Siena e Bari, è stata capace di recuperi davvero incredibili”.

“Non dimentichiamoci – ha continuato Gattuso ai microfoni di Sky Sport – di quanto sia valida la loro rosa: con gli acquisti di Sneijder e Milito hanno aggiunto qualità ad un organico già di primissimo livello. E poi c’è Mourinho, uno che non dorme la notte pur di trovare tutte le mosse necessarie da mettere in campo per mettere in difficoltà l’avversario”.

Il Milan, dal canto suo, sta attraversando un ottimo periodo, ed è radicalmente cambiato rispetto a quello che perse clamorosamente 0-4 il derby d’andata: “E’ vero, è un periodo in cui abbiamo grande convinzione e giochiamo un ottimo calcio. In questa metamorfosi molti dei meriti sono da attribuire a Leonardo“.

Regna dunque l’ottimismo nello spogliatoio del Milan, e l’atmosfera è decisamente positiva: “Due giocatori di cui si parla poco ma che sono risultati fondamentali sono Abate e Antonini: grazie alla loro freschezza e alla loro gioventù hanno portato un’aria diversa tanto in campo quanto nello spogliatoio”.

Pier Francesco Caracciolo