Calcio, Roma – Sfida con la Juve, torna alla mente il gol di Turone nell’81

Mancano ormai solo due giorni all’attesissima sfida tra Roma e Juventus. I giallorossi vivono un periodo brillante in quanto a forma e risultati mentre i bianconeri sono in crisi nera e cercano il rilancio. A quasi trent anni dalla famosa sfida dell’81, ha parlato Giuliano Sancini, guardalinee che annullò in quell’occasione un gol al romanista Turone:”Io ero perfettamente in linea. Ero e rimango convinto di quello che ho fatto. Avevo ragione io, sono pronto a pagare una cena.”

Il 10 maggio del 1981 infatti, Turone andò a segnò in Juve-Roma e  l’arbitro, Paolo Bergamo,avrebbe convalidato, ma la segnalazione di fuorigioco di Sancini decretò l’annullamento della rete. Una vittoria giallorossa in quell’occasione avrebbe significato sorpasso in classifica e un pezzo di scudetto cucito nella maglia, ma finì 0-0 e il tricolore andò poi alla Juve.

Tornando ai giorni nostri ci sono alcune novità sia a Roma che a Torino. Ranieri da per scontata la presenza in campo del duo Toni-Totti e sarebbe il loro esordio l’uno a fianco dell’altro, ma se in un primo momento il tecnico romano aveva manifestato timore per l’approccio offensivo dei bianconeri, adesso forse si è deciso a controbattere con la stessa moneta. Infatti nell’allenamento di oggi è stato provato il tridente con l’aggiunta di Vucinic al duo To-To. Niente è ancora detto comunque con il montenegrino che  contenderà il posto a Taddei. Capitan Totti ha dato invece buoni segnali di miglioramento fisico.

Dall’altra parte della barricata, altro scherzo del destino stavolta capitato a Candreva, nuovo acquisto bianconero che potrebbe esordire sabato proprio contro la squadra di cui è tifoso:”E’ bellissimo essere alla Juve, un sogno che si avvera. Si, sono tifoso della Roma, ma se dovessi segnare sabato, esulterò comunque.” Queste le parole del neoacquisto ai microfoni di Juve Channel. Intanto il Viminale rende noto che la vendita dei biglietti di Curva Nord è stata interrotta e non potranno entrare allo stadio striscioni non autorizzati o non appartenenti a club ufficiali. Queste le decisioni per una delle partite ritenute a “rischio”. Speriamo che l’unico rischio che si correrà, sarà quello di vedere tanti gol e spettacolo.

Giuseppe Greco