Formula 1 – A Barcellona Rossi sfreccia con la “Rossa”

Valentino Rossi ha concluso oggi i suoi “test premio” con la Ferrari F2008 nel circuito di Montmelò a Barcellona andando ben oltre le attese. Il pilota di MotoGP, dopo il gran lavoro di ieri chiuso con 70 giri e un tempo di 1’25″200 nonostante brevi scrosci di pioggia e molto umido, sperava oggi di trovare un buon clima per provare la vettura nelle condizioni migliori di pista, invece al mattino una nebbia fitta ha ritardato l’inizio delle prove. Questo non ha fatto per nulla destabilizzare Valentino che, non appena la visibilità è migliorata, è subito sceso in pista per inanellare tantissimi giri con gomme intermedie in modo da rendere più veloce il tracciato per lo meno nelle traiettorie.

Un timido sole è comparso nel pomeriggio, così Valentino dopo una veloce pausa pranzo è subito risceso in pista, ha potuto montare le slick ed ha iniziato a cercare la performance anche sotto i consigli di Felipe Massa che lo ha raggiunto ai box nelle ultime ore di prova. Il brasiliano tornerà domani in pista a guidare una Formula 1 dopo il terribile incidente in Ungheria. A fine giornata Rossi ha collezionato la bellezza di 74 giri, firmando uno straordinario miglior tempo di 1’21″880, pressapoco lo stesso tempo con cui Raikkonen nel 2008 stabilì la pole, e ad poco più di un secondo dalla miglior prestazione fatta registrare nel 2008 (Massa su Ferrari con il tempo di 1’20″584). Per essere un pilota di moto, un ragazzo che la Formula 1 la utilizza una volta l’anno non c’è male. “Era da un anno che non guidavo una Formula 1, ma oggi abbiamo anche lavorato sul setting – ha commentato alla fine Valentino -. E’ sempre interessante cercare di andare un po’ oltre il solo girare. Devo dire che Montmelò è più divertente del Mugello”.  “Al mio futuro inizierò a pensarci verso giugno e potrei aver già deciso per quel momento. Sto molto bene con la Yamaha, quindi prima di chiunque altro voglio parlare con loro”.

Chissà se questa due giorni di test abbia riaccesso la voglia in Valentino Rossi di correre in Formula uno, la Ferrari lo aspetta sempre a braccia aperte e continua a lottare per avere la terza macchina, gongola già Bernie Ecclestone che con una sfida tra Rossi e Schumacher in Formula 1 avrebbe sponsor a valanga. Adesso stà a Rossi scegliere cosa farà alla fine del contratto che lo lega fino al 2010 alla Yamaha e sappiamo bene che a Valentino piacciono le sfide. Da oggi oltre a Ducati e rally, torna possibile la strada della Formula 1, che visti i tempi fatti registrare da Rossi, è la strada che un pò tutti i suoi fans vorrebero lui percorresse.

Salvatore Morelli