Grande Fratello 10: Alberto Baiocco, una lettera insinua dubbi sulla sua “castità”

Il Grande Fratello ha abituato i suoi fans e telespettatori a continui colpi di scena provenienti dagli interventi sui media di personaggi legati alla realtà esterna dei concorrenti. Quasi sempre si tratta di uscite in grande stile destinate suscitare polemica e alimentare il gossip.

Quella di cui invece scriviamo invece è una semplice lettera sul mite e timido Alberto Baiocco.

Il giornale Tv Sorrisi e Canzoni ha recentemente pubblicato una lettera firmata (quindi senza rendere pubblica l’identità del mittente) che insinua dei dubbi sulla “castità” che sta contraddistinguendo Alberto Baiocco in questa edizione del Grande Fratello. Nello spazio lettere al direttore, in ossequio ad una informazione che vorrebbe esssere il più possibile completa, è stata infatti inserita la lettera di una ragazza che dice “di conoscere Alberto da parecchi anni”. La donna giura di aver avuto alcuni anni fa una storia, “chiamiamola così, di una notte” con Alberto Baiocco. Il giudizio della ragazza è abbastanza critico: “sono stata trattata come una prostituta” ha affermato la mittente della lettera a Tv Sorrisi e Canzoni.

Proprio da questa esperienza, nascerebbero i dubbi della ragazza, sul vero lato di Alberto del Grande Fratello. Pur infatti riconoscendo che probabilmente all’epoca dei fatti Alberto Baiocco era più giovane e immaturo, la mittente solleva i suoi dubbi, chiedendosi se “è possibile che una persona possa davvero cambiare a tal punto” oppure se invece il comportamento di Alberto Baiocco con Mara Adriani sia invece dovuto solo “a finzione”. Proprio su questo punto la mittente della lettera pubblicata da Tv sorrisi e canzoni, sembrerebbe insistere: “non giudico un ragazzo da una sola esperienza” ma il cambiamento è “davvero sorprendente, esagerato oserei dire”.

Puntuale la risposta dell’esperto Alfonso Signorini che sottolinea come si possa “sempre rimanere folgorati sulla via di Damasco”. O almeno “si spera”. Francamente la migliore risposta possibile a questa lettera, anche perchè non si può avere l’assoluta certezza sulla veridicità di quanto affermato.

Enzo l.