Scott Brown: posò nudo per Cosmopolitan, ora è senatore degli Stati Uniti

naked man

Una vittoria che oscura il mito dei Kennedy. Concetto ricorrente su diversi media per descrivere la vittoria di Scott Brown nel Massachusetts, seggio che da oltre 40 anni era occupato da esponenti della famiglia di JFK appunto. Già nel 1982 Brown dichiarò: “Sono abbastanza patriota e ho ambizioni politiche”. Niente di più vero e stupisce anche come 28 anni fa, poco più che ragazzino, avesse già le idee molto chiare. La frase in questione fu  a corredo di un servizio apparso su Cosmopolitan,in cui Brown posò nudo, a suo dire per pagarsi gli studi universitari.

 Gli stessi scatti sono tornati alle luci della ribalta durante la recente campagna elettorale, tirati fuori dai suoi nemici ( i democratici), per metterlo in cattiva luce davanti agli elettori. I casi sono due: o quegli scatti erano particolarmente belli, o agli elettori interessa poco se quasi 30 anni fa Brown posò nudo.Tra l’altro, ora che è senatore ( e avvocato) potrebbe diventare uno dei peggiori nemici di Barack Obama in fatto di riforma sanitaria.

Per noi è di più di un giudizio su Obama.Nel nostro stato abbiamo avuto tre presidenti della Camera accusati, tre senatori che si sono dimessi in disgrazia, abbiamo tasse fuori controllo, spese fuori controllo. La gente è arrabbiata”. Ieri al “Today show” il senatore-modello si è presentato con queste parole.

Di contro, ammesso che si possa dire così, Barack Obama  in risposta ha Brown ha dichiarato quasi esattamente le stesse cose, dicendo che gli americani “sono arrabbiati e frustrati”, ma che tali sentimenti ” esistono da almeno otto anni”.  In fatto di riforma sanitaria invece Obamba andrà sicuramente avanti, anche se ha chiesto ai democratici di non approvare la riforma prima che il neo-senatore Brown possa occupare il suo posto, anche e soprattutto perchè, esistono due versioni diverse della stessa riforma, una alla camera e una in senato, che necessariamente andranno plasmate insieme prima di poter produrre una legge;

Le intenzioni della Casa Bianca sarebbero comunque quelle di approvare la riforma che rivoluzionerà ( o rivoluzionerebbe) il sistema sanitario americano ( e non solo quello) entro la fine del 2010.

A.S.