Calcio – Livorno-Napoli, presentazione gara

Il Napoli fa visita al Livorno in una sfida che mette in palio 3 punti fondamentali per i rispettivi obiettivi delle due compagini. Queste le probabili formazioni:

LIVORNO (3-5-2): 1 De Lucia; 2 Perticone, 4 Rivas, 59 Diniz; 77 Raimondi, 3 Filippini, 21 Mozart, 8 Bergvold, 46 Pieri; 10 Tavano, 99 Lucarelli. A disposizione: 11 Benussi, 21 Moro, 16 Esposito, 5 Marchini, 7 Pulzetti, 9 Danilevicius, 20 Bellucci. All. Cosmi

NAPOLI (3-4-3): 26 De Sanctis; 14 Campagnaro, 28 Cannavaro, 2 Grava; 11 Maggio, 23 Gargano, 5 Pazienza, 6 Aronica; 17 Hamsik, 19 Denis, 18 Bogliacino. A disposizione: 1 Iezzo, 96 Contini, 8 Dossena, 16 Zuniga, 32 Amodio, 21 Cigarini, 9 Hoffer. All. Mazzarri

ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo (Maggiani-Pirondini. IV uomo: Celi)

Serse Cosmi dovrebbe schierare la migliore formazione in campo, con il tandem offensivo composto dalla coppia Tavano-Lucarelli. I Toscani sono reduci dalla sconfitta di Cagliari patita al termine di una gara che ha mandato su tutte le furie il tecnico umbro, iracondo per la distrazione e la poca voglia profuse in campo dai suoi.

I padroni di casa sono chiamati a conquistare punti per fare un ulteriore pasia in avanti verso la salvezza. Attualmente il Livorno si trova in 14esima posizione a quota 21 punti distaccato di 4 lunghezze dal terz’ultimo attualmente occupato dall’Atalanta.

Per Mazzarri, nato a San Vincenzo (pochi km da Livorno), più di qualche problema causato dagli infortuni. Azzurri costretti a scendere in campo dovendo rinunciare agli squalificati Rinaudo e Quagliarella oltre che agli infortunati Santacroce e Lavezzi. Parte dalla panchina Hoffer che in settimana ha presentato qualche problema alla caviglia durante gli allenamenti.

In avanti inedito tridente Hamsik-Bogliacino-Denis.

Per i partenopei sarà importantissimo uscire dall’Ardenza con dei punti, soprattutto in virtù dello scontro diretto di domani sera tra la Juventus e la Roma che inevitabilmente farà perdere terreno ad una delle due pretendenti se non addirittura ad entrambi in caso di parità.

Simone Meloni