Calcio, Roma – Ranieri:”Non è vendetta, voglio i 3 punti”, problemi per Pizarro

Alla vigilia della partita contro la Juventus, Claudio Ranieri ha espresso giudizi forti, ma rispettosi nei riguardi della sua ex-squadra. “Sia chiaro, non cerco vendette, ma vogliamo fermamente i tre punti.” Nonostante questa sicurezza nei propri mezzi, il tecnico della Roma ha messo in guardia i suoi verso una squadra si in crisi, ma sempre capace di colpi di coda che non ti aspetti. “Mi aspetto una Juve determinata e concentrata che proverà a scacciare la crisi.”

Ranieri non ha commentato più di tanto il suo passato in bianconero, ma non ha escluso di raccontare i retroscena di questa e di altre avventure della sua vita professionale in un libro di futura e incerta uscita. Al di là della sfida che vedrà le due compagini una contro l’altra sabato sera, l’ex-allenatore juventino ha espresso giudizi sulla vecchia signora anche a livello dirigenziale:”Lo stile Juve non c’è più. Era rappresentato da Agnelli e Boniperti; uno non c’è più e l’altro non compare frequentemente nei media.” Questa frecciata potrebbe riferirsi benissimo alle scelte dirigenziali degli ultimi due anni che hanno portato la Juventus a non pochi errori di valutazione in ambito di mercato e gestione della squadra.

Tornando alla partita di domani, non si sa ancora se i giallorossi scenderanno in campo con il tridente. Vucinic-Toni-Totti è stato provato numerose volte in allenamento e Ranieri stesso ha affermato che la squadra conosce i meccanismi per muoversi con le tre punte, ma bisognerà valutare le condizioni del tassello fondamentale del trio: capitan Totti. L’infortunio è stato smaltito, ma a Trigoria fanno sapere che il “pupone” non è ancora al 100%. Se aggiungiamo a questo il fatto che Baptista non è stato convocato per acciacchi fisici, puù benissimo ipotizzarsi la scelta delle due punte. Intanto spunta un altro nodo da sciogliere che riguarda il centrocampo. Pizarro ha avuto un leggero risentimento muscolare, ma dovrebbe comunque esserci per la sfida con la Juve. Nella rifinitura di domani se ne saprà di più.

Giuseppe Greco