Michael Douglas: “Avrei dovuto essere un padre migliore”

L’attore Michael Douglas, in un’intervista alla rivista AARP The Magazine ha  ammesso che avrebbe dovuto essere un padre migliore per il figlio Cameron, che si trova attualmente in prigione per traffico di droga. “Mi prenderò le mie responsabilità. Sarebbe stato meglio se fossi stato vicino più a lungo. Totalmente. Ci furono mancanze e non fui un angelo“, spiega l’attore.

Il figlio dell’attore fu arrestato il 28 luglio in un hotel di New York accusato di aver guadagnato mille dollari vendendo metanfetamine. “Cameron ha tutta la vita davanti. Adesso riconosce i suoi demoni e lotta”. Douglas ammette inoltre di essere preoccupato per l’incolumità fisica di suo figlio, perchè “è rinchiuso in una prigione federale e i ragazzi che si trovono lì sono molto, molto cattivi”.

Douglas riconosce anche che se prima la carriera era la cosa più importante della sua vita, le cose sono cambiate dopo il matrimonio con Catherine Zeta-Jones. “Credo che adesso per me è più facile essere un buon padre. Non sono tanto preoccupato per la mia carriera”.

Annastella Palasciano

.