Uomini e Donne: Marco Stabile “cacciato” dal trono per il no di Maria De Filippi ad altre corteggiatrici

Dopo aver fatto scorrere un pò di acqua sotto i ponti, Marco Stabile torna a parlare delle cause e dei retroscena che hanno determinato la fine della sua esperienza sul trono di Uomini e Donne.

Per farlo l’ex tronista del reality di Maria De Filippi sceglie le colonne del giornale Eva Tremila. Subito dopo il suo allontanamento da Uomini e Donne si era diffusa la notizia che Marco Stabile fosse stato “cacciato” dal programma su pressioni della stessa Maria De Filippi, interprete della situazione di tensione che lo stesso tronista con il suo comportamento, aveva creato tra le sue stesse corteggiatrici.

Nell’intervista a Eva Tremila, Marco Stabile ridimensiona la portata della sua “cacciata” da Uomini e Donne e ricostruisce il ruolo avuto da Maria De Filippi. Secondo l’ex tronista di Uomini e Donne non si sarebbe trattato propriamente di una cacciata, quanto del frutto di una situazione particolare che si era venuta a creare. Prendendosi un “pò della responsabilità”, Marco Stabile ha confermato a Eva Tremila che il suo allontanamento da Uomini e Donne sarebbe scaturito dalle numerose esterne con corteggiatrici diverse che avrebbero creato diffidenze e gelosie reciproche tra le stesse corteggiatrici.

Il motivo che quindi che l’ex tronista indica come responsabile della fine della sua esperienza a Uomini e Donne, sarebbe proprio da ricercare nella “mancanza di corteggiatrici.” A questa situazione si sarebbe giunti dopo che la stessa Maria De Filippi si sarebbe rifiutata di afr entrare altre ragazze per corteggiare Marco Stabile. L’ex tronista quindi sarebbe stato messo con le spalle al muro e “costretto a lasciare il trono”.

Nonostante ciò il siciliano ha dichiarato di non credere che Maria De Filippi provi “rabbia” nei suoi confronti e di ritenere che quanto successo sia dovuto solo ad una decisione tecnica, in merito alla quale Maria De Filippi però, si sarebbe dimostrata irremovibile.

Enzo l.