Video Youtube: le Iene alla scoperta dei “gioielli di famiglia” di David Beckam: si, proprio quelli

Si sa, David Beckam è ormai considerato, a livello mondiale, un sex symbol di grandezza assoluta; ora che è tornato in  Italia e precisamente nella  metropoli milanese certo non poteva sfuggire ad uno dei “commandi specializzati” più attivi ed efficaci del panorama mediatico italiano: Le Iene

L’invadente ( come definirla altrimenti) Elena di Ciocci  ha compiuto, durante l’ultima puntata dell’irriverente programma tv, un vero e proprio attentato al patrimonio della famiglia Beckam, della parte maschile della famiglia per essere più precisi. Forte dei suoi guanti gialli, ha, con molta destrezza evitato la folla di giornalisti che assediava il calciatore del Milan, ( che tra l’altro sta facendo faville da quando Beckam è tornato a far parte della rosa) e si è “scagliata direttamente, giusto come una iena, sul suo obiettivo. I giornalisti, intenti ad intervistare il campione britannico, sono rimasti di sasso non meno di lui, quando si sono visti l’agente segreto di mediaset puntare dritta alle “parti basse” di David, cercando di palparlo, allo scopo di scoprire la sua dotazione di serie; Perchè certamente Beckam è una fuoriserie, ma anche per le macchine migliori non bisogna basarsi solo sulla pubblicità; In questo caso si parla della campagna pubblicitaria di Armani, con Beckam come testimonial, dove lo “spice boy”, metteva in bella vista le sue sostanziose “caratteristiche maschili”.

Dubbi rimangono sulla riuscita del bonario quanto particolare attentato; Secondo Elena, la iena, Beckam non sarebbe poi così prestante ed anzi sarebbe una delusione non indifferente dal punto di vista delle dimensioni. Dal canto suo David, che all’assalto della Di Ciocci è scattato all’indietro come se dovesse difendere la porta da un attacco di calciatore avversario, ha poi dichiarato, molto brillantemente, di aver gradito lo scherzo, di averlo trovato divertente, ma  ha anche tenuto a far sapere che ciò che la “sfortunata” iena ha tastato non erano i suo gioielli, bensì solo il loro contenitore, vale a dire i pantaloni ed è appunto per questo motivo che non ha trovato niente di appagante. Chi avrà ragione? Noi, parafrasando un vecchio film,  tifiamo ( visto che si parla anche di calcio)  per un “Provaci ancora Elena! qui, per chi non l’avesse visto, potete trovare il filmato della scena.

A.S.