Home Sport Calciomercato: Acquafresca torna al Genoa

Calciomercato: Acquafresca torna al Genoa

Robert Acquafresca, 23 anni

Sembra essere già arrivato il momento di tornare alla base. Robert Acquafresca, in prestito all’Atalanta, è in procinto di vestire la casacca rossoblù del Genoa.

Secondo quanto riportato da Pianetagenoa1893.net, i dirigenti orobici e quelli genoani si vedranno domenica in occasione della sfida allo stadio Marassi tra la squadra di Gasperini e quella del nuovo arrivato Mutti, in programma alle ore 15.00.

Il cartellino di Acquafresca è tuttora di proprietà del club di Preziosi, che in estate, vista l’abbondanza del settore offensivo dei grifoni, lo aveva girato in prestito alla società bergamasca. A quanto si apprende, sarebbe il presidente in persona a volere il suo ritorno, in quanto deluso dalle prestazioni offerte fino a questo momento da Hernan Crespo. Dopo il prestito alla Lazio Sergio Floccari e l’acquisto di Suazo dall’Inter, si profila ancora movimento nel settore più avanzato della compagine genoana.

L’onerosità dell’ingaggio dell’argentino sarebbe il secondo motivo per cui Preziosi si priverebbe delle sue prestazioni, anche se finora nessuna squadra si è fatta avanti con decisione per l’acquisizione dell’attaccante. Nel caso in cui non trovasse alcuna sistemazione, per il proseguimento della stagione il tecnico Gasperini avrebbe a disposizione ben tre punte centrali: Acquafresca, Suazo e Crespo.

Tuttavia quest’ultimo si ritroverebbe a essere la terza scelta, in una squadra come il Genoa, che è indubbiamente diversa dall’Inter, dove dovrebbe lavorare intensamente, e differentemente rispetto a quanto fatto finora, per cercare di cambiare le gerarchie. L’elevata competitività del reparto offensivo rossoblù potrebbe anche costituire un vantaggio: trarre il meglio da ogni giocatore, tenendo conto dell’impegno in allenamento, della condizione fisica e della media realizzativa. Un’opportunità da non sottovalutare per sfruttare al meglio il 3-4-3 di Gasperini.

Una conferma indiretta giunge dalla stessa Atalanta che, alla ricerca del potenziale sostituto, avrebbe messo gli occhi su Plasmati. Anche in questo caso si tratterebbe di un ritorno, poiché il calciatore è attualmente in prestito al Catania, ma tornerebbe volentieri a Bergamo per rimettersi in discussione e giocare le sue carte. Chiuso dai recenti acquisti rossoazzurri degli attaccanti argentini Maxi Lopez e Pavone, si ritroverebbe a scaldare il posto in panchina.

Dopo i rifiuti ricevuti da Crespo, Succi e Corradi, la scelta del 27enne Gianvito Plasmati rispecchierebbe perfettamente le richieste dell’allenatore orobico. Alto 199 cm per 94 kg di peso, è il giocatore più alto della Serie A e rappresenterebbe l’ariete perfetto, forte fisicamente, per gli schemi di Mutti.

Forse non sarà il bomber che tutti i tifosi aspettavano, ma in squadra dove sono già presenti Tiribocchi e Chevanton, serviva un giocatore con caratteristiche diverse, abile nelle sponde e nelle torri, i cui colpi di testa saranno fondamentali in zona gol per i suoi compagni di reparto.

Domenica sera se ne saprà di più, tuttavia Acquafresca e Plasmati sembrano già in viaggio verso “casa”.

Emanuele Ballacci

Comments are closed.