Calciomercato: il Man City stringe per Cassano

Antonio Cassano, attaccante della Sampdoria

Escluso per “scelta tecnica” dai convocati per la partita allo Stadio Friuli contro l’Udinese, il futuro di Antonio Cassano sembra sempre più lontano da Genova.

Le motivazioni addotte in conferenza stampa dal tecnico sampdoriano Luigi Del Neri sembrano non dare adito a nessuno polemica: “Non sono impazzito. Non c’è stato nessuno scontro, nessun litigio – assicura l’allenatore – siamo due persone adulte, ci siamo parlati, poi è chiaro che un giocatore vorrebbe sempre giocare, ma fuori casa facciamo troppa fatica e Antonio non è al meglio.

Dunque sarebbe la condizione fisica del talento di ‘Bari vecchia’ la causa dell’esclusione. Tuttavia è difficile pensare che sia semplicemente questo per l’indispensabilità del calciatore come compagno di reparto di Pazzini, vista inoltre la recente cessione di Bellucci, anch’egli attaccante di movimento, al Livorno.

A gettare benzina sul fuoco, ci pensa anche Mazzarri, attuale tecnico del Napoli, l’anno scorso sulla panchina sampdoriana: “Non ho mai accantonato Cassano”. Questo per sottolineare che, anche se non in condizioni ottimali, l’apporto dato in campo dal talento barese è sempre stato fondamentale.

La dirigenza blucerchiata intanto si è chiamata fuori dalla questione, adducendo la responsabilità della decisione unicamente alla persona dell’allenatore: “Le eventuali decisioni di carattere tecnico riguardano solo Del Neri”.

Sebbene una fonte vicina al calciatore abbia confermato la volontà di Cassano di continuare la sua esperienza in blucerchiato, almeno fino alla fine della stagione, c’è chi insinua che dietro alla mancata convocazione ci sia proprio il Manchester City di Roberto Mancini, che sta creando una squadra da sogno per raggiungere grandi obiettivi, soprattutto nella prossima stagione.

Del resto, i rapporti tra l’attaccante barese e l’allenatore Del Neri non sono mai stati idilliaci, sempre conditi da numerosi attriti, sin dai tempi della Roma. Con Mancini invece Cassano ha sempre mantenuto un certo feeling, personale e professionale. Suo grande estimatore dai tempi della panchina dell’Inter, il tecnico di Jesi sarebbe perfetto per l’esplosione di Cassano anche in campo internazionale.

Dopo la deludente esperienza con la maglia del Real Madrid, dunque Cassano sarebbe nuovamente pronto ad un salto nel grande calcio, in un livello che si addice maggiormente alla sua fama e alle sue caratteristiche di bomber e rifinitore di razza. Mancini lo attenderebbe a braccia aperte e sarebbe difficile in questo caso rifiutare un’esperienza in Premier League.

Il problema resta sempre lo stesso: sarà capace il nostro Fantantonio di esprimersi al meglio in una squadra in cui non avrà più il ruolo di “prima donna”? Difficile da dirsi, poiché come al Real, il campione barese soffre molto della concorrenza e dell’eventuale panchina, che soprattutto all’inizio scalderebbe, in una compagine che presenta già talenti del calibro di Robinho, Tevez e Bellamy.

Forse saranno solo voci, tutto fumo e niente arrosto. Però il futuro di Antonio Cassano appare decisamente lontano da Marassi e solo gli ultimi 10 giorni di mercato sapranno dire chi ha ragione.

Emanuele Ballacci