Lisa, figlia di Elvis Presley parla di Michael Jackson

Lisa Marie Presley, ex moglie di Michael Jackson e figlia del grande Elvis, ha dichiarato che da troppo tempo Michael Jackson era ossessionato dal pensiero della propria morte, e temeva di finire come Elvis Presley.
“Anni fa Michael e io abbiamo fatto un discorso molto profondo sulla vita e lui mi ha fatto alcune domande sulle circostanze della morte di mio padre. A un certo punto si è interrotto, mi ha guardato molto intensamente e ha detto, con tranquillità, come se ne fosse certo ‘Temo che morirò come lui, nel suo stesso modò’. E adesso, 14 anni dopo, mi ritrovo qui a guardare alla tv le immagini dell’ambulanza che entra nella sua casa, la folla intorno ai cancelli…e il ricordo di quella conversazione torna a trafiggermi”, ha scritto Lisa sulla sua pagina di myspace.

Elvis morì nel bagno della sua casa di Memphis, il 6 agosto 1977, a soli 42 anni: in un primo momento si disse che il cantante soffriva di problemi cardiaci, ma in seguito si scoprì la vera causa della morte per colpa dell’abuso di farmaci. Chiaramente la morte di Jackson ha fin troppe cose in comune, anche lui morto per arresto cardiaco nella sua casa di Los Angeles.
Michael Jackson e Lisa Marie Presley si erano sposati nel 1994, ma il loro matrimonio finì circa due anni dopo. “Ma non si è trattato di una finzione era una relazione, forse un pò insolita, in cui due persone che non conoscono una “vita normale” stabiliscono una connessione. Io volevo salvarlo da un destino inevitabile che alla fine si è realizzato”.

Alessandra Battistini